Convegni

Webinar “La mafia al tempo del Covid” – 1 Luglio 2021 – ore 18.00

L’emergenza e soprattutto le difficoltà economiche create o acuite dal Covid hanno fatto crescere il rischio di infiltrazioni della criminalità organizzata nel tessuto economico dell’Emilia-Romagna.

Sono in arrivo i primi 25 miliardi del Recovery Plan.

Siamo realmente organizzati per evitare che finiscano nelle mani delle mafie?

Ne parleremo con

Lucia MUSTI  – Procuratore che ha seguito il processo Aemilia nel quale è stata posto in evidenza come il vero salto di “qualità” della presenza della ‘Ndrangheta nel territorio emiliano sia rappresentato dalla capacità della stessa di infiltrazione nel tessuto economico – imprenditorial-

Paolo BONACCINI – Giornalista e scrittore che ha seguito da vicino il processo Aemilia riassumendone la cronaca e le storie più significative in un libro.

Nicola MORRA – Senatore . Presidente della Commissione Parlamentare Antimafia

Alfredo GALASSO – Magistrato e avvocato – Vice segretario nazionale dell’Associazione Caponnetto.

L’iniziativa, che sarà in diretta sulla pagina FB dell’Associazione Caponnetto

https://www.facebook.com/Associazione-antimafia-Antonino-Caponnetto-102159295259

sarà coordinata e introdotta da

Simona RICOTTI Segretaria Nazionale Associazione Caponnetto

Stella Maris DANTE Responsabile Nord Italia Associazione Caponnetto.

Vi aspettiamo numerosi

La Segretaria Nazionale

Simona Ricotti

Convegno webinar “LA MAFIA AL TEMPO DEL COVID”

LA MAFIA AL TEMPO DEL COVID

Quando gio 20 mag 2021 16:30 – 20:30 Ora dell’Europa centrale – Roma
Informazioni per partecipare Partecipa con Google Meet
meet.google.com/cih-scdd-mjp
Partecipa tramite telefono
(IT) +39 02 3041 9921 (PIN: 952268794)
Altri numeri di telefono
Chi (L’elenco degli invitati è stato nascosto su richiesta dell’organizzatore)

Convegno webinar organizzato dall’Associzione contro le Illegalità e le Mafie “Antonino Caponnetto”

ASS. CAPONNETTO Locandina_2

CONVEGNO ONLINE ““la Mafia al tempo del COVID””

Agli iscritti e alle iscritte,

ai simpatizzanti e alle simpatizzanti,

Come purtroppo già accaduto in altre  situazioni di difficoltà economica e di indebolimento dell’economia legale, anche l’emergenza sanitaria da COVID 19 si sta prospettando come una grande occasione di crescita e di arricchimento per le mafie.

Dal sopperire alla carenza di liquidità delle attività in crisi, alla gestione delle forniture e dei servizi che è stato necessario fornire in tempi brevi, alla gestione dei fondi erogati ed in fase di erogazione, innumerevoli sono le segnalazioni e i ripetuti allarmi lanciati da magistrati, associazioni di categoria e sindacati.

Ne parleremo con chi tale problematica affronta in prima linea nel convegno online

la Mafia al tempo del COVID”

Giovedi  20 maggio alle ore 16,30  in diretta sulla pagina FacebookAssociazione antimafia Antonino Caponnetto”

 

Introduce e modera:

Simona RICOTTI – Segretaria Nazionale Associazione “Antonino Caponnetto”

Presenta:

Alfredo GALASSO – Vice Segretario Associazione “Antonino Caponnetto”

Partecipano:

Antonio CALABRÒ  – V. Presidente Assolombarda

Rosaria CAPACCHIONE – Giornalista

Claudio CAMILLERI – PM DDA Palermo

Don Giuseppe CAFÀ – Parroco di Niscemi

Licia D’AMICO Avvocata

La Sua presenza sarebbe particolarmente gradita.

La Segretaria Nazionale

Simona Ricotti           

 

La mafia al tempo del Covid – WEBINAR 20 maggio 2021 ore 16:30

La mafia al tempo del Covid

*******

WEBINAR 20 maggio 2021 ore 16:30

Diretta sulla pagina Associazione antimafia “Antonino Caponnetto”

*******

Introduce e coordina:

Simona Ricotti – Segretaria nazionale Ass. “A. Caponnetto”

Presenta:

Alfredo Galasso – Vice Segretario Ass. “A. Caponnetto”

Partecipano:

Antonio Calabrò – Vice Presidente Assolombarda

Rosaria Capacchione – Giornalista

Claudio Camilleri – PM DDA Palermo

Don Giuseppe Cafà – Parroco di Niscemi

Licia D’Amico – Avvocata

14 GENNAIO A S.MARIA CAPUA VETERE (CASERTA) CONVEGNO ASSOCIAZIONE CAPONNETTO

NOTE SUL CONVEGNO A CALVIZZANO

TANTE COSE CI HANNO LASCIATI STUPEFATTI,BENCHE’ ABITUATI A TUTTO ED A TUTTI, AL CONVEGNO DA NOI ORGANIZZATO A CALVIZZANO INSIEME ALL’ANVU DI FRANCA DECANDIA ED ALL’ASSOCIAZIONE CARABINIERI DI GIUGLIANO.OLTRE ALLE ASSENZE ECCELLENTI O MENO- ABBIAMO INVITATO UNA TRENTINA DI SINDACI DELL’AREA E SE NE SONO PRESENTATI SOLAMENTE 3,QUELLI DI QUARTO,VILLARICCA E MUGNANO- ,IRRIGUARDOSE NON TANTO VERSO DI NOI MA,SOPRATTUTTO,VERSO IL SOTTOSEGRETARO ALL’INTERNO SENATORE GAETTI,CI HANNO LASCIATI BASITI LE PAROLE DEL PRESIDENTE DELL’ANCI CAMPANIA.
BENE HA FATTO L’ON.CASO – CHE RINGRAZIAMO – A CONTESTARLE.
ALL’ON.CASO ,COMPONENTE DELLA COMMISSIONE PARLAMENTARE ANTIMAFIA,GRATI PER LA SUA PARTECIPAZIONE,CHIEDIAMO UNA SOLA COSA:
QUELLA DI ARRICCHIRE LA LEGGE SULLO SCIOGLIMENTO DEI COMUNI PER MAFIA CON L’AGGIUNTA AI POLITICI ANCHE DEGLI AMMINISTRATIVI RESPONSABILI E SUL DIVIETO PER QUESTI VITA NATURAL DURANTE DI QUALSIASI ALTRA OCCUPAZIONE PUBBLICA.

Maurizia Nardella

Commissariamenti per mafia inutili per Tuccillo di Anci. Caso (M5S): ‘Ne rivendico importanza e necessità

29 Giugno 2019

Il presidente di Anci Campania, Domenico Tuccillo ha affermato che “I commissariamenti che seguono agli scioglimenti per infiltrazioni camorristiche nei comuni, oggi! sono una cosa sostanzialmente inutile” questo a Calvizzano, nel corso del convegno sulla sicurezza e a replicare a questa affermazione é il deputato Andrea Caso, della commissione parlamentare d’Inchiesta Antimafia.
“Rivendico l’importanza e la necessità di sciogliere i Comuni laddove la magistratura con le proprie indagini apra squarci miserevoli nell’attività amministrativa, inquinata dal voto di scambio o da infiltrazioni della criminalità – tiene a precisare il parlamentare – Quanto affermato l’altra sera dal presidente Anci ( Associazione nazionale comuni italiani) Campania lascia sbalorditi me e tutti coloro che ogni giorno si battono per ripristinare la legalità ad ogni ordine e grado, dai comuni allo Stato. Il presidente Tuccillo deve avere un solo pensiero se vuole dare una mano a noi dell’Antimafia, preoccuparsi di mettere in campo azioni mirate a formare degli amministratori ineccepibili, le sue parole lacerano il buon lavoro svolto da tanti prefetti e viceprefetti nei Comuni interessati da scioglimenti”.

Caso esprime: “Vicinanza al viceprefetto di Calvizzano Luca Rotondi nella sua veste di commissario straordinario ed a tutti i prefetti che reggono le sorti di quei comuni dove la politica si è mostrata fallimentare”.

CONVEGNO VENERDI ‘ 28 GIUGNO ALLE ORE 16,30 A CALVIZZANO (NAPOLI )

Nell’ambito delle numerose attività itineranti messe in campo ogni anno attraverso pubbliche manifestazioni, tese a creare nei cittadini consapevolezza e partecipazione attiva nel contrasto alle illegalità, supportando l’azione degli inquirenti e delle forze dell’ordine, l’Associazione Antimafia Antonino Caponnetto ha organizzato, d’intesa con l’Associazione Nazionale Vittime Usura Estorsione e con la collaborazione dell’Associazione Carabinieri, Sez. di Giugliano il convegno sul tema “Invasività criminale sui territori dei Comuni al Nord di Napoli, gli effetti sulla sicurezza dei cittadini e sulle attività economiche”.

Il Convegno si svolgerà il 28 giugno p.v., ore 16,30, presso la sede del Consiglio comunale di Calvizzano, Ente commissariato per fenomeni di infiltrazione e di condizionamento di tipo mafioso.

Lo scopo del convegno è quello di richiamare l’attenzione sui fenomeni criminali delle estorsioni, riciclaggio e controllo monopolistico di attività economiche in quei territori, spronare le vittime di episodi estorsi a denunciare, potendo usufruire delle misure premianti previste dalla leggi 108/96 e 44/99, nonché sulle problematiche correlate alla Sicurezza dei cittadini con riferimento al ruolo dei sindaci.

L’iniziativa è stata condivisa dalla Commissione Straordinaria del Comune di Calvizzano, presieduta dal Vice Prefetto dr. Luca Rotondi che ha fornito ogni supporto organizzativo e logistico.

Saranno presenti:

Luigi Gaetti , Sottosegretario di Stato del Ministero dell’Interno , Franca

Decandia Fondatrice e Presidente ANVU, Lucio Vasaturo Capo Centro DIA di Napoli, Maria Antonietta Troncone Procuratore capo della Procura di Santa Maria Capua Vetere, Domenico Tuccillo Presidente dell’ANCI Campania, Annapaola Porzio, Prefetto – Commissario Straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura.

Roma, 24.06.2019

Associazione Antimafia Caponnetto

contatti: 347 0515527 https://www.comitato-antimafia-lt.org

Convegno pubblico il 28 giugno alle ore 16,30  nell’aula consigliare del Comune di Calvizzano in provincia di Napoli

Invasività criminale sui territori dei Comuni al Nord di Napoli, gli effetti sulla sicurezza dei cittadini e sulle attività economich

Convegno pubblico il 28 giugno alle ore 16,30  nell’aula consigliare del Comune di Calvizzano in provincia di Napoli.

Il convegno è promosso  dall’Associazione antimafia “Antonino Caponnetto”, dall’ ANVU- Associazione Vittime usura ed estorsione e dall’Associazione Carabinieri Sez.Giugliano. dall’associazione la collaborazione dell’Associazione Carabinieri,  Sez. di Giugliano  si svolgerà presso la sede del Consiglio comunale di Calvizzano (Napoli), Ente  commissariato  per fenomeni di infiltrazione e di condizionamento di tipo mafioso.

Lo scopo del convegno è quello di  richiamare l’attenzione sui fenomeni criminali delle estorsioni, riciclaggio e controllo  di  attività economiche in quei territori e  spronare le vittime di episodi estorsivi a denunciare, potendo usufruire delle misure premianti previste dalla leggi 108/96 e 44/99 nonché sulle problematiche correlate alla  Sicurezza dei cittadini con riferimento al   ruolo dei   sindaci.

“Sarà un convegno che unirà più voci – sottolinea Franca Decandia dell’ANVU – solo così uniti si può vincere, dando non solo speranze ma certezze, denunciare si può, si deve. la denuncia paga, lo Stato e noi ci siamo! Con grande piacere ha accolto il mio invito tra i relatori il senatore Luigi Gaetti, sottosegretario al Ministero dell’Interno, è prevista la probabile presenza del commissario antiracket e antiusura, d.ssa Porzio,  dovrebbe intervenire il presidente ANCI- Campania dott. Tuncillo, il capo sede DIA dott. Vasaturo, il Prefetto Napoli d.ssa Pagano. Assieme, con magistrati, colleghi di associazioni, vittime che hanno vinto la camorra, vi aspetto al Convegno che unisce più voci” – conclude Franca Decandia.

iL CONVEGNO A PALERMO :” Il processo di Mafia oggi”

LOCANDINA

COISP MOLISE – CONVEGNO DEL 23 MAGGIO 2019 IN RICORDO DI FALCONE E DELLA SUA SCORTA

Convegno “Il patrimonio delle mafie:dal sequestro dei beni alla gestione pubblica”

CONVEGNO ORGANIZZATO PER GLI APPARTENENTI ALLE FORZE DI POLIZIA DAL CO.I.S.P. (SINDACATO INDIPENDENTE DI POLIZIA) E DALL’ASSOCIAZIONE NAZIONALE CONTRO ILLEGALITA’ E MAFIE “ANTONINO CAPONNETTO”

LA LOTTA ALLA MAFIA, STRATEGIE E TATTICHE DI CONTRASTO”. CONVEGNO ORGANIZZATO PER GLI APPARTENENTI ALLE FORZE DI POLIZIA DAL CO.I.S.P. (SINDACATO INDIPENDENTE DI POLIZIA) E DALL’ASSOCIAZIONE NAZIONALE CONTRO ILLEGALITA’ E MAFIE “ANTONINO CAPONNETTO”.

Il 5 ottobre p.v. il Coisp e l’Associazione Antimafia “Antonino Caponnetto” presenteranno un convegno dove verranno trattate le seguenti tematiche da relatori illustri: “Gli Organi giudiziari, la Procura Nazionale Antimafia e Antiterrorismo, le Procure distrettuali antimafia e antiterrorismo; Le forze di polizia. Il Molise e la criminalità organizzata (tassi di infiltrazione della criminalità organizzata per categoria economica), riferimenti operativi”. “La tutela della sicurezza economica e la lotta al riciclaggio dei proventi derivanti da attività illecite. Definizione e concetto di riciclaggio del denaro sporco, possibili azioni di contrasto, la Camorra, l’infiltrazione della criminalità organizzata nell’economia, riferimenti operativi”. “Cenni sulle indagini patrimoniali. Le aggressioni ai patrimoni. Confisca penale e di prevenzione. La confisca per equivalente. Strumenti investigativi di contrasto: le segnalazioni di operazioni sospette, le intercettazioni in carcere”. “Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia. Tratti fondamentali della materia ed attori del sistema della protezione, riferimenti operativi”. L’evento si svolgerà a partire dalle ore 15,30 presso l’aula magna della Scuola Allievi Agenti della Polizia di Stato “Giulio Rivera” di Campobasso alla presenza dei frequentatori del X^ Corso per vice Ispettori e di molti appartenenti già effettivi alle varie forze di Polizia ai quali sarà consentito potersi aggiornare nella materia dell’antimafia grazie soprattutto al consenso ed all’approvazione dei sigg. Questori di Campobasso ed Isernia.

Numerosi saranno anche gli ospiti di fuori regione. Per l’importanza dell’evento sia l’Associazione Nazionale dei Magistrati del Molise che l’Ordine degli Avvocati di Campobasso hanno deciso di patrocinare l’evento. Infatti, oltre alle forze dell’ordine ci saranno numerosi avvocati e magistrati. L’evento sarà moderato dal famoso giornalista dr. Giovanni Minicozzi che lavora presso Telemolise. Al termine dell’evento sarà consegnato un attestato di partecipazione. Oltre ai relatori che saranno i sigg. Procuratori Capo dr. Nicola D’Angelo ed il dr. Carlo Fucci, rispettivamente di Campobasso ed Isernia, ed ai Dirigenti della Polizia di Stato esperti della materia, dr. Nicolino Pepe ed il dr. Dante Panatta, sarà presente anche l’espertissimo Professore Alfredo Galasso, proveniente direttamente dalla Sicilia, Presidente Onorario dell’Associazione Antimafia Caponnetto. Questa iniziativa rientra in un più articolato programma di eventi organizzati dal Coisp a favore del personale della Polizia di Stato nel quale rientrano diverse iniziative culturali come il workshop dal tema “la vicinanza degli operatori di Polizia alle vittime di violenza” che sarà trattato unitamente a “Liberaluna” partnership con la quale abbiamo condiviso diverse iniziative a favore della lotta alla violenza di genere con la sottoscrizione di alcuni protocolli di collaborazione e quello legato allo sport dal titolo “sport e salute” dove sarà richiesto il prezioso contributo dell’Università del Molise.

COISP – Sindacato di polizia

SEGRETERIA REGIONALE MOLISE

SEGRETERIA PROVINCIALE DI CAMPOBASSO

VIA TIBERIO N. 97

TEL 349.0593820

EMAIL: molise@coisp.it

Napoli – 2 Dicembre 2018 – Convegno su “Analisi e proposte sulla sicurezza urbana”

Napoli – Convegno sulla sicurezza urbana con analisi e proposte

Incontro Pubblico organizzato dall’Associazione Antimafia Antonino Caponnetto, in collaborazione con l’Associazione Naz. Carabinieri sez. Giugliano e TEATRO AREA NORD

INCONTRO PUBBLICO

Organizzato dall’Associazione Antimafia Antonino Caponnetto, in collaborazione con l’Associazione Naz. Carabinieri sez. Giugliano e TEATRO AREA NORD ( Teatri associati Napoli ) VIA NUOVA DIETRO LA VIGNA, 20 – 80145 NAPOLI

2 ottobre 2018 – ore 16.00 – 19.30

Analisi e proposte:

– Sulla sicurezza urbana.

– Sui danni sociali derivanti dalle attività criminali collegate alla problematica dei rifiuti, alla gestione dei centri di accoglienza immigrati e agli appalti

Interverranno: Parlamentari, Magistrati, Rappresentanti dello Stato e Amministratori locali

Conduce Daniela De Crescenzo giornalista del “ il Mattino”

CONVEGNO A SCAMPIA

l’Associazione Caponnetto unitamente all Associazione Carabinieri , Sez. di Giugliano ha promosso lo svolgimento di un convegno da tenersi il 2 ottobre p.v. sul tema della sicurezza urbana . Il convegno si svolgerà presso la struttura teatrale di piscinola gestita dall Ente TEATRI ASSOCIATI DI NAPOLI . l’ ubicazione della struttura scelta ha un significato simbolico in quanto inserita nel quartiere Secondigliano/ Scampia ove si registrano rilevanti… criticità di sicurezza urbana e diffusi fenomeni di criminalità .
È in corso di elaborazione la locandina del convegno nella quale saranno evidenziati tutti i dettagli dell iniziativa nonché le autorità che parteciperanno.

Stato-mafia, da Andreotti a Dell’Utri fino alla Trattativa: il saggio-bussola del giornalista Grassi

Il Fatto Quotidiano, 4 Luglio 2018

Stato-mafia, da Andreotti a Dell’Utri fino alla Trattativa: il saggio-bussola del giornalista Grassi

Mercoledì 4 luglio, a Milano, la presentazione del saggio “Commedianti. Andreotti, Berlusconi e la mafia”, il saggio del giornalista Giampaolo Grassi che fa luce su venticinque anni di processi e che riunisce i fili che legano Cosa Nostra e politica.

Di F.Q.

Fare chiarezza sulla Trattativa Stato-mafia, con l’obiettivo di sciogliere i nodi di una stagione politica, quella del passaggio tra la Prima e la Seconda Repubblica, su cui si è scritto tutto e il contrario di tutto. Come bussola, sempre presente, il filo che lega i rapporti tra le istituzioni e la criminalità organizzato e che è emerso da sentenze definitive in Cassazione. Venticinque anni di indagini e processi, che hanno col tempo modificato la “verità storica” dei fatti, che sono finiti nel saggio Commedianti. Andreotti, Berlusconi e la mafia, scritto da Giampaolo Grassi, giornalista dell’Ansa, edito da Epoké editore, e che alle 19 verrà presentato a Milano al caffè e ristorante L’Opposto, insieme al giudice del Tribunale, Giuseppe Gennari, all’avvocato Achille Saletti, presidente dell’Associazione Saman, e alla giornalista Francesca Brunati.

Il libro parte dai verdetti dei giudici a carico del politico-simbolo della Prima Repubblica, e cioè Giulio Andreotti, per poi passare da quelli a carico di Marcello Dell’Utri, braccio destro dell’altro poltico-simbolo, questa volta della Seconda Repubblica, ovvero Silvio Berlusconi, fino alla sentenza dello scorso 20 aprile del Tribunale di Palermo, quella sulla Trattativa Stato-mafia. A guidare la ricostruzione di Grassi, oltre alle migliaia di pagine delle carte giudiziarie prodotte dai giudici, anche le memorie e le requisitorie dei pm.  “Sui rapporti fra Stato e mafia – si legge nell’introduzione – è stato detto e scritto tutto e il contrario di tutto. E allora forse è utile riannodare un po’ le fila del discorso. Per orientarsi meglio in questo ginepraio si possono usare i punti cardinali individuati dalla magistratura”. Con, però, una doverosa premessa: “Anche i giudici prendono le cantonate, anche nelle sentenze ci sono scritte delle sciocchezze e spesso i verdetti di oggi contraddicono quelli di ieri. Però il risultato di un procedimento giudiziario resta il punto finale di un lavoro a tutto tondo: i tribunali e le corti decidono dopo aver assistito al confronto fra l’accusa e la difesa, avendo dunque a disposizione tutte le carte distribuite durante la partita”. Una rilettura delle sentenze, dunque, che fornisce chiavi di lettura per interpretare uno dei passaggi più importanti, e attuali, della storia della Repubblica italiana.

Ma perché commedianti? Perché c’è l’ipotesi, presente nelle senteze d’appello su Andreotti e Dell’Utri, “che tra i vertici di Cosa nostra e quelli istituzionali ci sia stata un’intesa continua, ma che spesso abbia assunto la forma del gioco delle parti. Cioè, che i mafiosi abbiano millantato coi politici e che i politici lo abbiano fatto coi mafiosi. Che gli uni abbiano fatto agli altri promesse che non intendevano o non potevano mantenere, e viceversa”.

IL 5 OTTOBRE CONVEGNO A CAMPOBASSO PRESSO LA SCUOLA DELLA  POLIZIA DI STATO CON ASSOCIAZIONE CAPONNETTO E SINDACATO DI POLIZIA COISP SU “ LA LOTTA ALLE MAFIE,TATTICHE E STRATEGIE DI CONTRASTO “ CON IL PATROCINIO DELL’ASSOCIAZIONE NAZIONALE MAGISTRATI DEL MOLISE.

IL 5 OTTOBRE CONVEGNO A CAMPOBASSO PRESSO LA SCUOLA DELLA  POLIZIA DI STATO CON ASSOCIAZIONE CAPONNETTO E SINDACATO DI POLIZIA COISP SU “ LA LOTTA ALLE MAFIE,TATTICHE E STRATEGIE DI CONTRASTO “ CON IL PATROCINIO DELL’ASSOCIAZIONE NAZIONALE MAGISTRATI DEL MOLISE.

 LA SITUAZIONE DELLA SICUREZZA E DELL’ORDINE PUBBLICO A NAPOLI E PROVINCIA PRECIPITA SEMPRE PIU’. ORMAI E’ FUORI CONTROLLO E L’ASSOCIAZIONE CAPONNETTO ORGANIZZA,DI CONCERTO CON L’ASSOCIAZIONE CARABINIERI DI GIULIANO, UN CONVEGNO CON LA PARTECIPAZIONE DEL MINISTRO DELL’INTERNO

Associazione Nazionale  per la lotta contro le illegalità e le mafie

Antonino Caponnetto”

“Altro” ed “Alto”

 

 

 

www.comitato-antimafia-lt.org                                

info@comitato-antimafia-lt.org

ass.caponnetto@pec.it

Tel. 3470515527

Roma,22.6.2018

    

Al Sig. Ministro dell’Interno

On.le  Dott. Matteo Salvini

Segreteria del Sig. Ministro

caposegreteria.ministro@interno.it

segreteriatecnica.ministro@interno.it

 

Oggetto:  Convegno –  “La sicurezza urbana, il degrado delle periferie. Testimonianze delle vittime.   La risposta dello Stato. Prevenzione e repressione.  Poteri ai sindaci in materia di ordinanze”.

L’Associazione “Antonino Caponnetto” ha organizzato con la collaborazione dell’Associazione Carabinieri, sez. di Giugliano,  un  convegno sull’ordine e sicurezza pubblica   con specifico riferimento al tema della sicurezza urbana e  al degrado delle periferie.  

Il convegno si prefigge il fine di porre in evidenza  la risposta dello Stato rispetto a tali deleteri fenomeni nonché sulla possibilità di conferire ai sindaci ulteriori poteri in materia di ordine e sicurezza pubblico e ciò soprattutto nell’ottica di consolidare un efficace sistema di misure di prevenzione, di contrasto.

Il convegno si doveva svolgere il 22 giugno p.v. ma a causa di diversi imprevisti  rappresentati da  Autorità invitate, si è deciso di rinviarlo ad ottobre  in una data da stabilirsi.

L’Associazione Antonino Caponnetto, che da sempre è impregnata sul fronte della difesa della legalità, della tutela dei  diritti e della sicurezza dei cittadini, ha evinto  dalle Sue iniziative di Governo finora avviate, una concreta svolta nella politica  della sicurezza pubblica.

A tale proposito mi pregio rappresentare all’On.le Ministro che la situazione dell’ordine e sicurezza pubblica  a Napoli e provincia ha oramai raggiunto livelli di grave allarme sociale. Solo per fare alcuni esempio  basta citare quanto avviene quotidianamente a Napoli  nella zona compresa tra piazza Garibaldi e Via Arenaccia dove cittadini e commercianti  italiani, che ivi risiedono, sono costretti a subire ogni sorta di prepotenza e sopraffazione da più parti. Proprio qualche giorno fa il  gestore di una farmacia è stato aggredito e ferito alla testa da un soggetto che indisturbato pretendeva di spacciare merce contraffatta proprio davanti all’accesso della farmacia stessa.  

Analoghe gravi problematiche si riscontarono suo territori dei comuni della provincia di Napoli e Salerno. Basta percorrere le strade della Domiziana tra Castel Volturno e Giugliano in Campania per notare la presenza sui marciapiedi  di donne   dedite alla prostituzione ovvero, come da più parte paventato, di uomini  preposti allo spaccio di stupefacenti.  Il territorio di Giugliano, peraltro, è invaso anche dalla diffusa presenza di cittadini di etnia rom  dediti, tra l’latro,  ai più svariati  mestieri criminali  tra i quali quello più diffuso è  il  furto negli appartamenti. 

E’ oramai noto a tutti che dietro lo pseudo buonismo che ha surrettiziamente animato la frenetica ingerenza sui nostri territori di cittadini extracomunitari, si celano interessi delinquenziali che orbitano in contesti di criminalità organizzata. Basta ricordare,  a solo titolo esemplificativo,  il caso dell’imprenditore  napoletano Aniello Esposito, arrestato recentemente dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro in quanto colluso con cosche mafiose nella gestione di  centri di accoglienza immigrati. Lo stesso Esposito aveva attivato in  analoghi centri anche nella provincia di Napoli, di Avellino e di  Benevento.

Sono questi gli argomenti sui quali l’Associazione Caponnetto  gradirebbe conoscere gli intendimenti del sig. Ministro circa le misure da adottare per riportare ordine e sicurezza in queste aree.

Ci auspichiamo  che il sig. Ministro partecipi  personalmente al convegno, stante la delicatezza del tema,  che potremmo svolgere nel corso del mese di ottobre nel giorno che lei, Sig. Ministro, riterrà utile e compatibile con i suoi già gravosi impegni istituzionali.

In attesa di un Suo autorevole e gradito cenno di riscontro, a nome di tutta l’Associazione Antonino Caponnetto, Le formuliamo i nostri più vivi ringraziamenti.

 

  Associazione “Antonino Caponnetto”                                                 

 Il  Segretario Nazionale

Dott. Elvio Di Cesare

 

CONVEGNO A GIUGLIANO DI NAPOLI SUL,LA SICUREZZA URBANA IL 22 GIUGNO

CONVEGNO A GIUGLIANO DI NAPOLI SUL,LA SICUREZZA URBANA IL 22 GIUGNO

Convegno di venerdì 22 giugno ore 15,30 “La sicurezza urbana, il degrado delle periferie. Testimonianze delle vittime. La risposta dello Stato. Prevenzione e repressione. Poteri ai sindaci in materia di ordinanze”.

L’Associazione “Antonino Caponnetto” ha organizzato, unitamente alla Fondazione AdAstra e all’Associazione Carabinieri sez. di Giugliano, un convegno che coinvolge Organi Istituzionale, Nazionali e Comunali e segnatamente quelli preposti alla sicurezza urbana, all’attuazione delle misure di prevenzione e di contrasto in ordine alle problematiche di sicurezza urbana. .

Il convegno si svolgerà il 22 giugno p.v. dalle ore 15,30 presso l’Istituto scolastico Statale Giovanni Minzoni sito in via Bartolo Longo n.17 Giugliano in Campania. All’evento parteciperanno, tra gli altri, magistrati penali ed amministratori comunali.

Napoli, lì 29 maggio 2018

Associazione “Antonino Caponnetto”

Il Segretario Nazionale

Dott. Elvio Di Cesare

Archivi