Via dalla provincia di Latina i camorristi. Il Ministro degli Interni ed il Questore di Latina comincino ad emettere provvedimenti coattivi di allontanamento di queste bestie che stanno seminando il panico fra i cittadini perbene. Vengano rimandati nelle loro terre. Lo chiede ufficialmente l’Associazione Caponnetto.

Riprendete queste bestie e rimandatele nelle loro terre.
Questi individui, che non meritano di essere chiamati persone, non sono degni di stare nella terra che ha ospitato Cicerone e che è stata la culla delle grandi civiltà.
Essi debbono essere rimandati dove sono nati e cresciuti.
La strategia di allontanarli per neutralizzarli è fallita ed anzi si è rivelata dannosa in quanto la presenza di queste bestie ha inquinato un tessuto sociale, culturale ed economico che era sanissimo ed oggi, per colpa di questi delinquenti, è lacerato irrimediabilmente.
Il Ministro degli Interni ed il Questore di Latina sono vivamente pregati di cominciare a valutare la possibilità di emettere provvedimenti coattivi di allontanamento dalla provincia di Latina e, in particolare, dal sud di essa, a cominciare da Formia, Gaeta, Itri, di questi maledetti camorristi che stanno seminando, grazie all’inerzia dello Stato, il panico fra i cittadini perbene.
L’Associazione Caponnetto glielo chiede ufficialmente.
LA SEGRETERIA

Archivi