Ventotene, una perseveranza inquietante.

A soli tre anni dalla morte di Sara e Francesca sotto una frana a Ventotene, il sindaco Giuseppe Assenso, sotto processo per omicidio colposo plurimo e lesioni gravissime, appalta un faraonico quanto inutile progetto di tunnel sotterraneo, bocciato dalla Regione, senza neanche uno straccio di perizia e/o parere geologico. Deciso l’affidamento dei lavori alla Sacem, ditta di Napoli per 6 milioni di euro. Alla gara per costruire la nuova strada, alternativa al Porto Romano, avevano partecipato sei società.

Leggi l’articolo

Archivi