Ventotene. Guardia di Finanza al Comune. Sequestrate decine di pratiche edilizie. Era ora! Avanti così! Ed ora risytrutturiamo le forze dell’ordine sull’isola!

BATTI E RIBATTI QUALCOSA SI COMINCIA A MUOVERE ANCHE A VENTOTENE. MA NOI FINO A QUANDO NON VERRA’ RIPRISTINATA INTERAMENTE LA LEGALITA’ NON MOLLEREMO LA PRESA

Lo avevamo preannunciato che non avremmo mollato la presa fino a quando non verrà ripristinata interamente la legalità sull’isola.

Nemmeno le botte date al responsabile locale della nostra Associazione ci bloccheranno. Anzi!

Nessuno si deve sentire intoccabile. La legge va rispettata, chiunque egli sia! E la finiscano di formulare minacce nei nostri confronti!

Ventotene ha subito una devastazione urbanistica che ha raggiunto picchi intollerabili ed oggi chi ha violato le leggi deve pagare.

Ma non chiediamo solo questo.

Vogliamo vederci chiaro sull’origine dei capitali investiti. Non abbiamo prove per accusare chicchessia, ma qualche sospetto lo nutriamo. Deve intervenire la DDA.

Troppo lavoro nero, troppo abusivismo, troppi investimenti di denaro campano, troppi finanziamenti pubblici. E – sospettiamo – qualche… ”manina” che… forse tenta di… ”coprire”?…

E, poi, era proprio necessaria la realizzazione di un Centro commerciale che finirà per gettare sul lastrico i piccoli commercianti? A… chi è venuta questa idea?

Nei giorni scorsi –finalmente –sono arrivati sull’isola una decina e più di finanzieri, comandati da un Colonnello e da altri due Ufficiali, che hanno sequestrato decine di pratiche edilizie.

Era ora!

Ai Comandi Generali della Guardia di Finanza e dell’Arma noi chiediamo di andare avanti su questa strada, provvedendo, peraltro, ad un ricambio generale del personale dipendente sull’isola.

Non è possibile continuare a mantenere sul posto per decine di anni le stesse persone.

Lo stesso discorso vale per il personale della Guardia costiera.

Archivi