Ventotene, dieci indagati, compreso il Sindaco. Grazie, Dr. D’Elia. Era ora che si cominciasse a mettere ordine su quell’isola

LA POSIZIONE DEI GENITORI DELLA RAGAZZA MORTA A VENTOTENE ALLE NOTIZIE DEGLI AVVISI DI GARANZIA: UNA LEZIONE PER CHI VUOLE CAPIRE!
Fonte virgilio.i/tnotizie 26 maggio 2010
Dieci persone, tra cui il sindaco dell’isola, sarebbero state iscritte nel registro degli indagati con l’accusa di omicidio colposo e lesioni gravi per la tragedia avvenuta lo scorso aprile.”Sono contento che la magistratura stia facendo in fretta, spero vada fino in fondo con solerzia perché in Italia di solito ci sono tempi lunghi. Non è stata una tragica fatalità. L’isola di Ventotene – spiega il padre di Sara – è in gran parte chiusa a causa della roccia di tufo friabile. Tutto questo si sapeva da tempo, quelle ragazze andavano protette. Sarebbe bastata una semplice rete di protezione, delle transenne o anche dei cartelli e questa tragedia non si sarebbe verificata. Mia figlia era una ragazza come tante altre della sua età: amava la musica, voleva fare la catechista. A noi e ai nostri figli lascerà un vuoto enorme. E’ stupido morire così – conclude – spero che tragedie così non si verifichino mai più”.
Archivi