Usura, estorsione e riciclaggio per 3 milioni tra Formia e Gaeta: quattro condanne in Appello per l’associazione a delinquere

Usura, estorsione e riciclaggio per 3 milioni tra Formia e Gaeta: quattro condanne in Appello per l’associazione a delinquere

Martedì 04 ottobre 2016

Sono arrivate quattro condanne e una assoluzione alla Corte di Appello di Roma dove si è svolto il secondo grado del processo che aveva come imputati sei persone coinvolte in una associazione a delinquere finalizzata all’usura, estorsione e riciclaggio, arrestate nell’aprile del 2009 dalla polizia dei commissariati di Formia e Gaeta.

La sentenza è stata di 6 anni per Michele Gargiulo e 4 anni e 6 mesi per la moglie Grazia Castaldi, usurai in riva al Golfo. E ancora 4 anni e 6 mesi per Antonio Di Francesco e 3 anni e 10 mesi per Antonio Liberti. E’ stato invece assolto per non aver commesso il fatto il geometra Luigi Stravino condannato in primo grado a 4 anni di carcere.
Sono circa quindici gli episodi registrati dagli investigatori dei rispettivi commissariati di polizia in riva al Golfo, dove, grazie ad una società utilizzata secondo gli investigatori per far transitare e ripulire il denaro sporco, i cinque avrebbero depredato piccoli imprenditori e artigiani del sud pontino. In quell’operazione fu anche effettuato un sequestro preventivo da3 milioni di euro: sequestrata una Ferrari, oltre che una villa e un terreno a Formia, più altre cinque auto e conti correnti.


fonte.www.h24notizie.com

Archivi