Una proposta degna di essere accettata. Un gesto di riconoscenza per Fedele Conti

Al sindaco di Pastena

Agli assessori Comune di Pastena

Ai consiglieri Comune di Pastena

Loro Sedi
Il centro sportivo dedicato a Fedele Conti  capitano della guardia di
finanza.
E’ un dovere civico e un obbligo morale rendere il giusto riconoscimento al
nostro concittadino Fedele Conti, la cui vicenda nella pur difficile
interpretazione finale , è fortemente intrisa di un estremo atto d’eroismo
offerto allo Stato e alle sue Istituzioni.
Si è parlato molto del capitano della guardia di Finanza, della sua
dedizione
alla divisa, della competenza professionale, della determinazione
lavorativa
con le quali ha fronteggiato situazioni difficili e pericolose  a partire
dalla
ruvida ed ancestrale mafia siciliana  fino alla raffinata e potente lobby di
alcuni banchieri e costruttori  che si annidavano nei salotti   romani.
Una vita al servizio dello Stato  per la difesa della legalità, cardine
essenziale dei suoi valori democratici.
Una  storia, quella del capitano della guardia di finanza Fedele Conti,
raccontata a tratti e per alcuni aspetti ancora offuscata da turbolenze
investigative e da precipitose conclusioni che hanno alterato la ragione
principale del suo disagio all’interno di un contesto sociale fortemente
contrassegnato da relazioni strette e consolidate  tra economia, politica e
criminalità organizzata.
E’ stato questo “sistema” che con il tempo si è pericolosamente diffuso nei
gangli sociali  fino ad annullare le reazioni dello spirito civile diventato
sempre più timido e pavido, che ha sconvolto Fedele, è stato questo
“sistema”
da tutti rappresentato come una sorta di sovrastruttura evanescente,
indefinibile e pertanto incontrastabile che ha segregato nella  solitudine
un
uomo capace al contrario di materializzarne e contestualizzarne le finalità
eversive e criminali.
Non possiamo permettere che questa storia sia  confinata  nell’ambito del
solo
amore materno e familiare, non dobbiamo lasciarla nel dimenticatoio, è
importante che il tempo conservi la sua memoria, è utile per tutti sapere
che
esistono uomini capaci di mantenere  fede fino alla morte, al giuramento
prestato e agli impegni assunti, senza compromessi e senza tentennamenti.
Tutti i cittadini che lo hanno conosciuto hanno apprezzato  le sue doti e le
sue qualità umane,  coloro che hanno  ascoltato il racconto che abbiamo
dipanato in questi anni sono rimasti ammirati dal coraggio e dalla
determinazione di Fedele Conti e affascinati dalla sua umanità che si è
fatta
carico del dolore e dei limiti di una  società che ha perso  l’orientamento
per
il bene supremo smarrendosi  dietro le ingannevoli convenienze procacciate
dal
denaro e dal potere.
Sarà un vantaggio per tutta la nostra cittadinanza poter dedicare il centro
sportivo al nostro concittadino perché lo sport nella sua essenziale
funzione
allena il corpo al sacrificio e rende la mente determinata a raggiungere la
meta finale.
Il centro sportivo di Pastena dedicato a Fedele Conti perché lo sport è un
gioco di squadra fondato sulla lealtà e sulla condivisione,  perché quando
si
lavora per un obiettivo comune ogni persona deve essere disponibile a porsi
al
servizio degli altri, perché per conseguire gli obiettivi sportivi non ci si
può mettere in vendita e soprattutto bisogna avere il massimo rispetto delle
regole.
Questa convergenza potrebbe essere una delle tante ragioni di questa
proposta
che sicuramente consentirebbe al nostro paese di esprimere tutto l’orgoglio
e
la riconoscenza di aver avuto un uomo forte e valoroso come il capitano
della
guardia di finanza Fedele Conti.
Pastena 26 gennaio 2011

Arturo Gnesi

Archivi