Una lettera all’Associazione di Angelo Bini di Vallerano sulla quale riflettere. Bengasi ed i comportamenti reali…

Caro Oreste, Cari amici della Associazione Antonino Caponnetto,
il Sindaco di Corchiano Bengasi Battisti ha aderito all’appello di TusciaWeb per intitolare una Via, o altro, a Peppino Impastato in ogni Comune.
Oggi Battisti è in corsa per la segreteria provinciale del PD-
Dieci anni or sono concorse con Rifondazione per la Provincia di Viterbo e la Fraleone, segretaria provinciale del PD, anch’essa responsabile della Questione Cimini (Castanificio e Comunità Montana), mi disse di parlarne con lui che concorreva nel mio collegio e lo votai, non volevo più votare, perché promise, in un incontro a casa sua con me a tu per tu, di affrontare il problema.
Eletto non fece nulla, anzi, se mi vede mi sfugge.
Quanti Sindaci e Comuni intitoleranno strade alle vittime della mafia ma poi non interverranno nelle situazioni reali?
Caro Oreste e cari amici della Associazione Antonino Caponnetto,
in ottobre sarò impegnatissimo e non avrò tempo di prendere contatto, come suggeritomi dal compagno Luigi Daga, con Antonio Capaldi anche lui dei Cimini, anche lui informato sulla “Questione Cimini”.
Come reagire alla posizione di Bengasi Battisti ed in generale a quelli, forse tanti, come lui?
Ciao.
Scusatemi se dopo ricevute le vostre risposte vi risponderò tardi ma con la cooperativa siamo impegnatissimi, anzi, passate a visitarci nella Zona Artigianale di Canepina: vedrete dove siamo costretti ad operare ed invece quanta area e quanto stabilimento, costruito con i soldi della Comunità Montana dei Cimini, hanno a disposizione i commercianti.
Un vero scandalo.
Però per voi due castagne buone le abbiamo.
Vi aspetto.
Angelo Bini
Associazione di Idee “Altacollina”
Archivi