Una cortina inspiegabile di silenzio sull’archiviazione della parte d’inchiesta della “Formia Connection” che riguarda il “voto di scambio”

NON SE NE ABBIA LA DOTTORESSA D’ELIA PERCHE’ LEI NON C’ENTRA. LA QUESTIONE RIGUARDA IL PERIODO PRECEDENTE ALLA SUA VENUTA A LATINA. NON LASCEREMO APPESO NEL VUOTO IL CASO DELLA “FORMIA CONNECTION” E CHIEDEREMO l’INTERVENTO DELLA PROCURA DI PERUGIA, DEL NUOVO CSM E DEL PROCURATORE NAZIONALE ANTIMAFIA PER CAPIRE LE RAGIONI CHE HANNO PORTATO ALL’ARCHIVIAZIONE DELLA PARTE DI INCHIESTA CHE RIGUARDA IL COSIDDETTO “VOTO DI SCAMBIO”

Una cortina di silenzio è calata inspiegabilmente sull’archiviazione della parte dell’inchiesta “Formia Connection” che riguarda il “voto di scambio”.

Sembra di avvertire un senso generale di fastidio ogni volta che ne parliamo.

Roba vecchia, ci risponde qualcuno.

Per noi è “roba” attuale perché è di là che bisogna partire per capire quant’è alto il livello di inquinamento mafioso nella vita politica pontina.

E non troveremo pace fino a quando non saranno riprese quelle bobine che riportano il contenuto delle intercettazioni telefoniche fatte dalla Polizia di Stato di Formia.

Ci sono gli elementi per farlo.

Basta rileggere le dichiarazioni rilasciate alcuni mesi fa da un consigliere comunale di Formia a “ Il Sole 240re”.

Quello che ci stupisce maggiormente è il silenzio generale che circonda questo caso.

Stanno tutti zitti, a cominciare dagli esponenti dell’opposizione politica, da tutti quei corifei della legalità, a cominciare dal Sen. Pedica dell’IDV, che abbiamo visto sfilare sui palchi di Fondi, per sparire il giorno dopo le elezioni.

Nessuna interrogazione parlamentare, nessun passo da parte di ognuno di loro!!!

Nemmeno da parte dei componenti della Commissione Parlamentare Antimafia, come i Veltroni, la Garavini del PD o i Granata, la Napoli del gruppo dei cosiddetti finiani ecc.

Che vergogna!

Siamo determinati, appena verrà eletto il nuovo CSM, a farlo noi.

Ma nessuno di tutti questi signori osi da oggi in poi parlare in provincia di Latina ancora di legalità perché saremo veramente cattivi.

E non si dica, poi, che… siamo “i soliti”…!!!

Archivi