Una comunità che ha perso persino la capacità di indignarsi di fronte all’oceano di melma nel quale ci troviamo!

QUANDO SONO SINDACI E FAMILIARI DI SENATORI DELLA REPUBBLICA I PRIMI A VIOLARE LE LEGGI, IN UNA PROVINCIA QUAL’E’ QUELLA DI LATINA DEVASTATA DALL’ILLEGALITA’, CHE PARLIAMO PIU’ DI… LEGALITA’?

Ha ragione Scarpinato ne “Il ritorno del Principe” quando sostiene che… l’illegalità va trovata soprattutto nelle istituzioni.

Lo stiamo sostenendo, in piena solitudine, da anni.

“Dum Romae consulitur Saguntum expugnatur”!

Dopo il sequestro a Fondi della villa dei familiari di un Senatore della Repubblica, è stata sequestrata ora quella del Sindaco di Minturno.

Chi dovrebbe essere vessillifero della legalità, è il primo a violarla.

Siamo alla frutta, in piena emergenza democratica.

Non c’è giorno in cui le cronache non debbano occuparsi di scandali che vedono coinvolti amministratori pubblici della provincia di Latina.

Ci ritornano alla memoria le dure parole dell’Ex Presidente del TAR Bianchi che, andandosene da Latina indignato, ha tirato dei veri e propri schiaffoni alla maggior parte della classe dirigente di questo territorio.

Parole come pietre, quelle sue, che avrebbero dovuto risvegliare il corpo esangue di una comunità civile ormai addormentata.

Una comunità che ha perso persino la capacità di indignarsi di fronte allo stato pietoso nel quale ci troviamo, è una comunità in agonia.

Archivi