Una “doppia magistratura”.

Una “doppia magistratura”: una parte positiva, che lavora, impegnata seriamente a soddisfare la sete di giustizia e di democrazia che c’è nel Paese, al servizio dello Stato di diritto, fedele al giuramento fatto, l’altra “impegnata in depistaggi e trame per sottrarre i colpevoli al loro destino giudiziario”, come è stato ben messo in evidenza durante il convegno organizzato dalla VOCE DELLE VOCI a Napoli il 14 gennaio u. s.
Una “doppia magistratura”, quindi.
E’ bene che tutti ne prendano atto, ad evitare delusioni e facili aspettative.
Quando noi diciamo ai nostri amici “attenzione a chi consegniamo i dossier”!
Lo stesso discorso vale per le altre strutture e gli altri ambiti dello Stato, al centro e nelle periferie.
Per non parlare dei settori della politica!!!
Un’associazione antimafia seria ed operativa quale noi ci vantiamo di essere fra le pochissime in Italia deve, intanto, avere il coraggio di dire la verità, senza nasconderla o minimizzarla e, poi, saper operare di conseguenza, senza lamentazioni, sapendo dare come un dato acquisito questo elemento.
I peana di questi giorni ai magistrati campani che hanno coordinato l’azione contro De Angelis e gli altri da parte di tanti sepolcri imbiancati che dovrebbero solo vergognarsi per la loro inerzia e per i loro silenzi mostrano in tutta la sua spaventosa crudezza quanto sia spesso il muro di ipocrisia e di sfrontatezza di quanti dovrebbero, invece, porsi la domanda: ed io che cosa ho fatto e sto facendo?
C’è chi muore per essere fedele alla Giustizia, c’è chi ci rimette del proprio e chi, al contrario…
Intelligenti

Archivi