Un trattamento riservato ai Collaboratori ed ai Testimoni di Giustizia oltremodo vergognoso

Il livello di tolleranza dell’Associazione Caponnetto nel sentire e leggere queste cose dolorose e vergognose sta arrivando a quota zero. L’altra sera parlavamo con due Testimoni ed un Collaboratore di Giustizia e si lamentavano dello stesso trattamento. Qua è una cosa generale che punta evidentemente a scoraggiare le persone per non farle più collaborare con la Magistratura che combatte le mafie. L’attacco, più che ai collaboratori ed ai testimoni di giustizia, sembra diretto proprio alla Magistratura. Sta, secondo noi, giungendo l’ora di organizzare una rivolta morale nel Paese con una grossa manifestazione di protesta davanti a Palazzo Chigi per far sentire lo sdegno e la rabbia di quanti si battono contro tutte le mafie, siano esse militari ma anche e soprattutto in giacca e cravatta. Purtroppo a sostenerci in una battaglia del genere, possiamo contare solo sui parlamentari del M5S e noi non lo diciamo perché siamo allineati politicamente in quanto l’Associazione Caponnetto non parteggia e non può parteggiare per nessun Movimento o Partito politico. Ma questa è la realtà in Italia, oggi, fatta qualche eccezione di qualche altro singolo parlamentare come Claudio Fava e qualche altro ancora. Cominciamo as far circolare l’idea in modo da arrivare a settembre ad organizzare un ferma, massiccia protesta. Altrimenti non usciamo da questa situazione perché questi sono sordi ad ogni richiamo!!!

Archivi