Un problema sottaciuto e complesso.Taluni parlano male delle forze di polizia ignorando i compiti ed il ruolo difficili che queste sono chiamate a svolgere nella vita democratica di un Paese.Qualcuno sceglie quella via con istinti bassi,é vero,ma i più lo fanno per spirito di servizio allo Stato di diritto o come unico sbocco professionale e di lavoro.Ma sotto le divise che indossano si nasconde il cittadino,con tutti le sue paure,le sue angosce,i suoi problemi ,le sue ansie,le sue insoddisfazioni ,i suoi timori di finire davanti al Tribunale militare o nel reclusorio militare se non obbedisce agli ordini superiori.La sofferenza é tanta,tantissima,una sofferenza che porta spesso alla depressione o addirittura al suicidio,Parliamone per renderci conto dell’oceano di dolore che c’é in quel mondo vitale per la vita democratica del nostro Paese.

Il Nostro mondo addosso, il suicidio tra le Forze di Polizia

Sarà il teatro Accademico di Castelfranco Veneto la sede del convegno pubblico che si terrà giovedì 10 novembre a partire dalle ore 9

Archivi