Un parterre di alto livello,dal Procuratore Aggiunto di Torino al Capo dello SCO Cortese ed altri ancora,per parlare a Nicotera ,in provincia di Vibo Valentia, di ndrangheta ,ma mancavano il Prefetto ed il Procuratore di Vibo.Come mai ?

Il problema delle disfunzioni  a Vibo Valentia,alla cui Procura arrivano solamente magistrati giovani ed alle prime armi,é stato sollevato,pur con poche battute dovute alla tirannia dei tempi,dal Testimone di Giustizia Salvatore Barbagallo,intervenuto alla fine della tavola rotonda.Eppure siamo in provincia di Vibo Valentia,il territorio  sotto il tallone di una delle ndrine più pericolose e potenti non dell’Italia ma del mondo,i Mancuso,dover ci dovrebbero,pertanto,stare apparati dello Stato a prova di bomba per usare un termine in voga. C’erano l’Aggiunto di Torino ed il Capo  centrale dello SCO,oltre ad altri,ma non il Prefetto ed il Procuratore di Vibo.Non é nello stile nostro l’azzardare giudizi che potrebbero risultare azzardati ma di certo qualcuno dovrà pur spiegare il perché di  quelle assenze.
Nell’annunciare la tavola rotonda noi siamo incorsi in un errore in quanto  avevamo parlato anche della presenza alla tavola rotonda del Capo della Polizia Pansa.Chiediamo scusa a lui ed ai presenti tutti.
Archivi