Un Natale ed un Capodanno di festa ma anche pieni di rabbia……………………….

UN NATALE ED UN CAPODANNO DI

RABBIA E DI TRISTEZZA INSIEME,DI

FESTA MA SOPRATTUTTO DI

SOFFERENZA,

nel pensare a:

– tutti coloro,tanti,tantissimi,che soffrono,che non

hanno speranza e che hanno vissuto tali

ricorrenze da soli,lontani dalle loro terre e dai

propri affetti,vittime delle violenze morali e

materiali di  nostri connazionali dissennati che

fanno finta di non sapere che 50.000 nostri figli

sono costretti ogni anno ad emigrare perché non

trovano lavoro nel Paese;

– coloro che stanno pagando prezzi altissimi –

Testimoni ed anche Collaboratori sinceri di

Giustizia e loro cari – che si sono schierati dalla

parte dello Stato di diritto e che ora si vedono

traditi da infedeli rappresentanti di questo;

-alle tante persone e famiglie che vivono nelle

baracche ed in alloggi fatiscenti,nella miseria ed

in  uno stato di pieno abbandono;

– agli ammalati;

-ai disoccupati;

-alle vittime di una malagiustizia;

-ai ragazzi ed alle ragazze che non vedono

davanti a loro alcuna prospettiva di occupazione

ed alle loro famiglie.

 

Un Natale ed un Capodanno che dovrebbero

essere di riflessione e di impegni,ma

che,invece,sono stati per molti di frivolezze e di

vacuità,di bagordi e di cattiverie.

Nel disinteresse completo degli altri.

Con molti amici ed amiche ci siamo scambiati gli

“auguri”,incapaci anche noi di sottrarci ad un

rituale pieno di retorica e spesso di ipocrisia.

Quale importanza e significato assumono quegli

“auguri” se non sono stati  accompagnati da un

profondo esame di coscienza teso ad individuare

le nostre,individuali, eventuali responsabilità  per

l’attuale stato delle cose oltre che da un impegno

forte a “sporcarsi le mani” per modificarle e fare

in modo che le sofferenze almeno si riducano

??????

Archivi