Un mitragliatore e 78 cartucce sequestrati dai carabinieri ad un cittadino e l’ennesima molotov a Fondi, una città in cui la criminalità sfida ogni giorno lo Stato

ALTRI DUE EPISODI INQUIETANTI A FONDI: UNA MOLOTOV CONTRO UN DISTRIBUTORE DI BENZINA ED UN MITRAGLIATORE DI FABRICAZIONE SOVIETICA E CON 78 CARTUCCE IN DOTAZIONE SEQUESTRATO DAI CARABINIERI AD UN AUTOMOBILISTA

Un mitragliatore di fabbricazione sovietica, con abbandonante munizionamento, sequestrato sulla Pontina dai carabinieri ad un automobilista residente a Fondi ed una molotov lanciata, sempre a Fondi, contro un distributore di benzina, hanno riacceso i riflettori sulla gravità della situazione criminale in questa città pontina.

Una città in cui la criminalità, comune ed organizzata, ha raggiunto livelli inquietanti, come hanno dimostrato le numerose inchieste amministrative e giudiziarie fatte ed in corso.

Perché quel mitragliatore?

Per farne quale uso?

Contro chi?

Da parte di chi?

Domande veramente preoccupanti che ci inducono a fare delle riflessioni circa la risposta – o, meglio, la non risposta – che il Governo ha voluto dare per recidere i collegamenti finora accertati fra soggetti politici e della criminalità organizzata.

Se ci fosse stata quella risposta forte da parte del Governo -risposta richiesta non solo dal Prefetto di Latina ma anche dal Ministro dell’Interno – e se tale risposta fosse stata accompagnata da un’opera profonda di informazione e di risanamento culturale, i criminali sarebbero stati tutti arrestati o, quanto meno, emarginati ed isolati dagli stessi cittadini perbene.

Sul piano psicologico il comportamento del Governo potrebbe aver determinato effetti devastanti nell’opinione pubblica.

Ci auguriamo di no, ma lo temiamo fortemente perché tale comportamento potrebbe essere stato interpretato come una sorta di resa di fronte alla criminalità organizzata.

Criminalità che appare, perciò, più baldanzosa di prima e che potrebbe oggi aver alzato il tiro continuando gli attentati incendiari e dotandosi di armi micidiali quale, appunto, è un mitragliatore di fabbricazione sovietica pronto all’uso, con ben 78 cartucce a disposizione.

Vorremmo tanto sbagliarci!!!

Archivi