Un libro da leggere: “Donne di mafia”

titolo: Donne di mafia

A cura di Gabriella Gribaudi e Marcella Marmo

rivista: Meridiana. Rivista di storia e scienze sociali, 67

2011, 15×21 cm, 240 pp.,

978-88-8334-548-7 € 25,00

Questo volume riempie un vuoto e dà finalmente un punto di partenza a chi intenda studiare le relazioni

tra mafia e donne.

Negli ultimi decenni due fenomeni hanno dato infatti una inedita visibilità alla situazione delle donne nel

mondo mafioso: il pentitismo, con le connesse possibilità di scegliere tra diverse lealtà, e i processi so-

ciali generali di emancipazione femminile. Il che obbliga storiche e sociologhe a porsi alcune domande.

La partecipazione delle donne alla vita mafiosa è esito di una tradizionale subalternità femminile o una

scelta consapevole e responsabile? Che cosa significa essere una donna in un gruppo criminale organiz-

zato? Le differenze di genere sono più forti che in altri ambiti sociali? Quale il rapporto con altri ambiti

sociali? Che differenza fra donne di camorra, di ’ndrangheta, di mafia?

Nel volume Donne di mafia l’approccio prevalentemente biografico, che mette a frutto fonti diverse

quali quelle giudiziarie, la pubblicistica, le interviste, permette di analizzare profili nuovi della vita nella

mafia: i rapporti tra i soggetti e i vincoli del gruppo; aspetti identitari, sentimenti e narrazioni; le fluide

continuità e trasformazioni nel tempo, dalle tradizionali pratiche mafiose alle nuove strategie imposte

dalla globalizzazione, anche nel mondo della criminalità organizzata.

In copertina: Immagine tratta dal film Luna rossa

Le divergenze parallele. Le organizzazioni di interessi nel sistema politico bipolare

La questione idroviaria: politiche territoriali e trasporti

nell’Italia del boom economico

Tragedia, sceneggiata e astrazione: Luna Rossa di Antonio Capuano

www.viella.it

di Mimmo Carrieri

di Matteo Proto

I giorni filmati

di Emiliano Morreale

ISBN 978-88-8334-548-7

€ 25,00

ISSN 0394-4115

9

788883

VIELLA

345487

INDICE DEL VOLUME

Che differenza fa, di Gabriella Gribaudi e Marcella Marmo

Tendenze e prospettive, di Renate Siebert

Donne, ’ndrangheta, ’ndrine. Gli spazi femminili nelle fonti giudiziarie, di Ombretta Ingrascì

Narrazioni al femminile di Cosa nostra, di Alessandra Dino

«È la giustizia che mette in mezzo le donne»:

il carcere, la mafia, le donne, di Monica Massari

Donne violente e donne criminali a Napoli nelle fonti di polizia giudiziaria (1888-94),

di Antonella Migliaccio e Iolanda Napolitano

La rima amore/onore di Pupetta Maresca. Una primadonna

nella camorra degli anni cinquanta, di Marcella Marmo

Donne di camorra e identità di genere, di Gabriella Gribaudi

L’emergenza rosa. Dati e suggestioni sulle donne di camorra, di Anna Maria Zaccaria

Tragedia, sceneggiata e astrazione: Luna Rossa di Antonio Capuano, di Emiliano Morreale

Archivi