Un importante Convegno il 10 novembre scorso a Tivoli, dopo quello della settimana scorsa al Campidoglio. Sveglia ai cittadini romani e della provincia!!!

Ieri sera, 10 novembre, durante un convegno promosso a Tivoli dagli

amici dell’Associazione “I Cittadini contro la corruzione e le

mafie”e da noi della “Caponnetto”, è emersa una situazione

estremamente interessante dal nostro punto di vista.

E’ stato adottato un taglio più di carattere amministrativo-contabile

che ha destato in noi molta sorpresa per i mancati approfondimenti

da parte delle autorità investigative e giudiziarie locali, ma che non esclude possibili collegamenti con un quadro più ampio che potrebbe

portare all’individuazione di interessi di gruppi sospetti ed eventualmente riconducibili, direttamente o non, ad organizzazioni ben più vaste ed organizzate.

Già, perché, quando si parla su quel territorio di sequestri di beni riconducibili al clan camorristico dei Mallardo o, guardando a taluni assetti societari che vedrebbero la partecipazione di qualche soggetto palermitano, i riflettori si accendono e spingono noi a guardare il tutto, dopo averlo ricondotto ad un unicum, con un’ottica che supera i confini della semplice carenza amministrativo-contabile.

Quanto meno ci spinge a fare degli approfondimenti.

Tivoli e Guidonia hanno le Terme e sono troppo vicine al Mercato di Roma, che è, insieme a quello di Fondi, uno dei più importanti d’Europa

D’altro canto è da tempo che si parla nelle relazioni antimafia di presenze inquietanti su quel territorio, presenze ed attività che non sono mai state affrontate ai livelli mediatici e politici, con strategie e tattiche adeguate.

Non abbiamo potuto raccogliere al momento elementi che diano corpo a certi nostri sospetti ma ci è stato assicurato da alcuni amici sensibilizzati al riguardo che ci verranno a breve forniti.

Li attendiamo con ansia perché essi ci serviranno ad inserirli nel nostro dispositivo telematico per gli opportuni incroci ed aggiornamenti.

Un incontro, insomma, non risolutivo ma propedeutico rispetto ad un’attività di approfondimenti che potrebbe portarci lontano.

Molto lontano.

Insomma, il territorio di Tivoli, sostanzialmente periferia di Roma assediata già dalle mafie, sarà da oggi in avanti fortemente attenzionato da noi.

Ovviamente, se ci saranno l’apporto ed il conforto di talune persone sensibili che già sono state individuate.

Siamo in attesa delle notizie che si sono state promesse.

Archivi