Un giudizio severo di Alfredo Galasso …………

Adnkronos – ultima ora

04/03/2017 ore 12:22 – Nazionale – Cronaca

Mafia: Galasso, Sciascia sbagliò ad attaccare Borsellino e Orlando

Palermo, 4 mar. (AdnKronos) – “Leonardo Sciascia sbagliò ad attaccare il giudice Paolo Borsellino e il sindaco Leoluca Orlando, bisogna dire le cose come stanno”. Lo ha detto Alfredo Galasso, avvocato ed ex componente del Csm, intervenendo alla presentazione del suo libro ‘Mafia, vita di un uomo di mondo’ sulla vita del pentito Angelo Siino. “Ricordo perfettamente – dice Galasso – quando si aprì il maxiprocesso e il Comune di Palermo, alla cui guida c’era Leoluca Orlando, si costituì parte civile. Leonardo Sciascia disse che c’erano i professionisti dell’antimafia parlando proprio di Orlando e Borsellino e fece un grande errore perché anche i grandi intellettuali possono sbagliare, fu miope allora”. Ma aggiunge: “Oggi lo vorrei un autore come Sciascia, perché poi chiarì la sua posizione con Paolo Borsellino e oggi parlerebbe di altro e non di Orlando né di Paolo Borsellino. Le cose vanno rese nel momento storico in cui accadono”. “Credo che l’intuizione di Siascia vada rivista e riconsiderata e valutata da un altro punto di vista – dice ancora Alfredo Galasso – non tanto che c’è stato qualcuno che ha fatto carriera, ma che una volta, come dice il sindaco Orlando, che la mafia ha perduto il suo carattere di normalità e ha acquistato un carattere di anormalità in una società, quando si verifica una cosa del genere le chiacchiere e l’ostentazione di un impegno antimafia diventano una cosa fastidiosa che genera una grande confusione”. Galasso dice anche: “Io sono convinto che l’antimafia ancora abbia un senso ma deve esser concreta, fatta di gesti e vicende visibili e condivisibili al tempo stesso. Le chiacchiere lasciano il tempo che trovano”.

Archivi