Un episodio gravissimo a Gaeta. Pubblicato su un portale il numero di targa dell’autovettura del sindaco uscente

Non bastavano le voci di pranzi e cene elettorali, oltre che di presenze inquietanti davanti ai seggi elettorali a Gaeta.

Vediamo ora addirittura fotografata e pubblicata su un portale la targa dell’autovettura del Sindaco uscente della città.

Sta succedendo di tutto, insomma.

Il fatto della targa fotografata e pubblicata è di una gravità eccezionale perché tale pubblicazione potrebbe esporre il Sindaco uscente ad eventi spiacevoli.

Gaeta ed il sud pontino sono sotto il tallone delle mafie.

Ci sono soggetti appartenenti a tutti i clan e le ‘ndrine.

Non vorremmo ripeterci in quanto la situazione è ben nota a tutti, a Roma, come a Milano, a Palermo e così via.

Si sono creati intrecci di vario genere con il tessuto locale che ci inducono ad una vigilanza estrema e continua.

E ad essere particolarmente preoccupati.

Quel numero di targa reso noto a tutto il mondo, in un contesto del genere, potrebbe essere utilizzato dai camorristi nel modo con il quale questi sono abituati ad agire per colpire chi non si piega ai loro desiderata o dà ad essi, comunque, fastidio.

Sono cose che non si fanno!!!

E, mentre scriviamo queste note a proposito di quanto è capitato al candidato del centrosinistra alla carica di Sindaco di Gaeta sconfitto dal suo omologo del centrodestra, ci giunge notizia dell’incendio dell’autovettura del nuovo Sindaco di Civitavecchia Pietro Tidei, sempre di centrosinistra, il quale ha vinto le elezioni sconfiggendo il candidatto dello schieramento opposto.

Sarà una coincidenza, ma sembra quanto meno strano che a due Sindaci del centrosinistra, entrambi di centrosinistra e su un territorio, quello di Gaeta-Civitavecchia, che ha interessi comuni nel settore della portualità, capitino in contemporanea cose del genere.

Non è il caso di prendere in esame a fondo i due eventi delittuosi???

Archivi