Tutta la politica, da destra a sinistra, silenziosa di fronte alla reticenza di molti Prefetti nel comunicare al Parlamento i dati degli “impresentabili”

Mafia-politica; politica-mafie.

Due facce, spesso, della stessa medaglia.

La pubblicazione dell’elenco dei candidati “impresentabili” da parte della Commissione Parlamentare Antimafia ha messo in luce un aspetto sconcertante: una sfacciata reticenza di molte Prefetture nella comunicazione al Parlamento dei dati richiesti.

La forza della mafia, ha scritto Nando dalla Chiesa, è fuori dalla mafia.

La forza della mafia sta nei suoi rapporti con pezzi della politica e delle istituzioni.

O, comunque, nell’inefficienza o nell’indeterminazione di queste nel combatterla.

E’ gravissimo il comportamento di quei Prefetti che hanno comunicato dati errati o incompleti alla predetta Commissione Parlamentare.

E’ ancora più grave il comportamento dei responsabili politici nazionali e locali di tutti gli schieramenti che non hanno pronunciato una sola parola di condanna per tale comportamento!

Archivi