Turismo infettato dalla camorra, preoccupa anche la microcriminalità a Napoli

SE  PER NAPOLI IL GOVERNO CENTRALE NON VARERA’  UNA LEGGE SPECIALE,COME  STA CHIEDENDO DA ANNI L’ASS.CAPONNETTO,CHE PREVEDE  LAVORO,LAVORO,LAVORO, SCUOLE,SCUOLE E SCUOLE,OLTRE A SPAZI PER I GIOVANI PER SOTTRARLI ALL’OZIO ED AL DEGRADO,OLTRE AD UNA SECONDA LEGGE CHE PRIVI I CRIMINALI DELLA PATERNITA’,LA SITUAZIONE DEGENERERA’ SEMPRE DI PIU’

 

Turismo infettato dalla camorra, preoccupa anche la microcriminalità a Napoli

Di internapoli -8 Luglio 2021

Turismo infettato dalla camorra, preoccupa anche la microcriminalità a Napoli. Stamattina alla Prefettura di Napoli si è tenuto un incontro tra il Prefetto Marco Valentini e gli assessori regionali Felice Casucci e Mario Morcone sul periodico monitoraggio finalizzato a contrastare le infiltrazioni della criminalità nel settore del turismo. in particolare con riferimento alle attività ricettive alberghiere ed extralberghiere. I dati emersi da un’analisi in corso da parte delle forze dell’ordine non mostrano uno specifico allarme ma registrano tuttavia elementi di preoccupazione soprattutto in provincia di Napoli e Salerno.

Dalla camorra alla microcriminalità, c’è la preoccupazione del settore turistico

Sono stati segnalati inoltre episodi di microcriminalità puntiforme ai danni di turisti e di operatori del settore turistico, in special modo nella città di Napoli. Su quest’ultimo argomento il prefetto si è impegnato a interessare il comitato ordine e sicurezza pubblica per fare il punto della situazione ed impartire le necessarie direttive. Dalla riflessione comune è emersa l’esigenza di continuare, in maniera approfondita, un’attività di monitoraggio che consenta agli organi dello Stato  e della Regione di intervenire tempestivamente nella repressione e nel contrasto dei fenomeni criminali. La riunione è stata aggiornata alle prossime settimane.

https://internapoli.it/turismo-napoli-camorra-microcriminalita/

 

 

 

Archivi