Trovato nelle campagne di Fondi il cadavere di un giovane. Omicidio, suicidio, morte per overdose???. Le responsabilità politiche

FONDI ANCORA AGLI ONORI (SI FA PER DIRE) DELLE CRONACHE NERE

Non si sa ancora di cosa si tratti: omicidio, suicidio, decesso per overdose ecc.

Non si sa ancora l’identità del soggetto.

Ma certo è che il ritrovamento di un cadavere di un giovane in avanzato stato di putrefazione nelle campagne di Fondi – a poca distanza dal cimitero (un segnale?) – non è una bella notizia.

Aspettiamo di conoscere almeno l’identità per azzardare qualche chiave di lettura.

Il fatto comunque non tranquillizza in quanto la giovane età del soggetto e il luogo insolito-una campagna di periferia, nel triangolo Fondi, Lenola, Monte San Biagio, considerato un triangolo di fuoco per quanto riguarda lo spaccio di sostanze stupafacenti- desta molte preoccupazioni.

Ci fermiamo qua, per ora ed aspettiamo che gli inquirenti identifichino il soggetto trovato morto.

Ma una cosa ci teniamo ad anticipare:

se dovesse risultare fondato qualche sospetto che ci frulla nel cervello- e, cioé, che si potrebbe trattare di decesso riferibile a cause violente e a fatti di droga-saremmo ancora una volta inflessibili nei confronti di questo governo che si è rifiutato di assumere decisioni radicali per quanto riguarda la situazione esistente su quel territorio.

Una mancata risposta dello Stato dopo le operazioni “Damasco”, associiata a tanti altri fatti da noi sempre messi in evidenza (le carenze dell’apparato di sicurezza, gli attentati continui a cittadini e rappresentanti delle forze dell’ordine, certi collegamenti strani ecc. ecc. ), rappresentano tutti elementi che consentono di dire che si tratta di tutti fatti… annunciati, quasi voluti.

E, a questo punto, il discorso va fatto sulle responsabilità politiche.

A Fondi sono vivi e vegeti tutti i soggetti noti a tutti. Non è cambiato niente. Anzi!!!

Si conoscono da decenni nomi e cognomii e, a seconda della specificiità del settore nel quale maturano certi eventi, non è difficile ricostruire il quadro.

Il problema è stato e resta solamente politico perché, se non si recidono le radici dei mali, di eventi delittuosi continueremo sempre a parlare.

Archivi