Trentola Ducenta. Inchiesta Jambo1, domiciliari a Roma all’ex sindaco Griffo. Per Falco arriva il «no» alla scarcerazione

Il Mattino, Martedì 14 Giugno 2016

Trentola Ducenta. Inchiesta Jambo1, domiciliari a Roma all’ex sindaco Griffo. Per Falco arriva il «no» alla scarcerazione

di Marilù Musto

Trentola Ducenta. A sei mesi di distanza dall’esecuzione dell’ordinanza della magistratura di Napoli contro amministratori e imprenditori coinvolti nell’affare del centro commerciale Jambo 1, l’ex sindaco di Trentola Ducenta Michele Griffo ha ottenuto gli arresti domiciliari a Roma. Si trasferirà da Milano a Roma mercoledì, dunque, l’ex primo cittadino, per tre volte eletto alla guida del paese. Per lui e per gli altri indagati è previsto il giudizio con rito immediato con udienza in tribunale il sette luglio.  L’inchiesta sul centro commerciale aveva svelato che il Jambo era sorto con il benestare del clan dei Casalesi, stando ai magistrati della procura di Napoli guidato dal procuratore aggiunto Giuseppe Borrelli. Intanto, è arrivato il «no» agli arresti domiciliari, pronunciato dal gip di Napoli, per Alessandro Falco, il gestore di fatto del centro commerciale di Trentola Ducenta. Il legale difensore di Falco è ricorso al Riesame chiedendo la rivalutazione dell’istanza «bocciata» dal giudice napoletano, ma i tre magistrati del tribunale della Libertà hanno nuovamente rigettato l’istanza di scarcerazione. Con lui sono indagati anche Silvestro e Gaetano Balivo, oltre all’ex consigliere comunale Vincenzo Picone considerato il «gancio» del clan che fa capo al boss Michele Zagaria a Trentola Ducenta.

Archivi