Tre libri da acquistare: “Il ritorno del Principe” di R. Scarpinato; “Per non morire di mafia” di P. Grasso; “Solo per giustizia” di R. Cantone

PIETRO GRASSO

È in magistratura dal 1969.
Ha lavorato a Palermo prima come sostituto procuratore poi come magistrato giudicante. È stato giudice a latere nel maxiprocesso a Cosa Nostra istituito da Giovanni Falcone e dal suo pool che ha coinvolto 475 imputati e, nel 1988, ha scritto la motivazione della sentenza di primo grado. Ha collaborato con Falcone quando divenne Direttore degli Affari penali del Ministero della Giustizia. Ha diretto la Procura di Palermo dal 1999 al 2005: sotto la sua direzione sono state arrestate centinaia di persone per reati di mafia e catturati latitanti tra i più pericolosi.
Attualmente è Procuratore Nazionale Antimafia.

Il suo ultimo libro è

PER NON MORIRE DI MAFIA
Sperling & Kupfer

Una testimonianza rigorosa e misurata sui rapporti tra mafia e politica, il riciclaggio, le attività di ‘ndrangheta e camorra, le armi dell’antimafia.
Il nuovo volto della mafia, non più una piovra, ma una rete invisibile infiltrata nei colossali affari degli appalti edilizi, della droga, della contraffazione; un sistema moderno e sofisticato che si è adattato alla realtà dell’economia globalizzata. Individuando le strade e gli strumenti che ci permetteranno di non “morire di mafia” e di non sottometterci al suo potere, Pietro Grasso ci invita a “parlarne, discuterne, reagire. Il silenzio è l’ossigeno grazie al quale i sistemi criminali si riorganizzano e la pericolosissima simbiosi di mafia, economia e potere si rafforza. I silenzi di oggi siamo destinati a pagarli domani, con una mafia sempre più forte, con cittadini sempre meno liberi”.

RAFFAELE CANTONE

Nato a Napoli nel 1963, è stato sostituto procuratore, dal 1999 al 2007 pubblico ministero presso la Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli. Ha condotto le maggiori indagini contro la camorra napoletana riuscendo ad ottenere la condanna all’ergastolo dei più importanti boss. Si è occupato, tra l’altro, delle infiltrazioni dei clan casertani all’estero.
Nelle tre ultime legislature è stato consulente della Commissione parlamentare antimafia e attualmente è magistrato presso il Massimario della Cassazione.
Ha scritto numerosi articoli su argomenti giuridici e alcune monografie in materia di diritto.
Collabora con il giornale “Il Mattino”.

Ha recentemente pubblicato

SOLO PER GIUSTIZIA
Vita di un magistrato contro la camorra
Mondadori

Ripercorrendo la sua esperienza da studente di giurisprudenza che voleva fare l’avvocato a magistrato in prima linea nella lotta alla criminalità, Raffaele Cantone ci offre una testimonianza di altissimo valore civile.
Una totalizzante passione per il diritto che gli fa trattare con la stessa professionalità e dedizione la richiesta di giustizia rivolta dal singolo, semplice cittadino, come la più sofisticata indagine finalizzata alla cattura di pericolosissimi criminali. Da “Solo per giustizia” è in preparazione una fiction in quattro puntate per Rai Uno sceneggiata da Sandro Petraglia (LaPiovra, Romanzo Criminale), che sarà trasmessa entro l’anno.
Recente vincitore a Recanati del Premio dei Lettori, questo libro è una lettura obbligatoria per chiunque voglia capire ed apprezzare l’impegno di chi riesce a far funzionare lo stato di diritto, anche a prezzo di scelte che limitano la propria libertà.

Archivi