Traffici di pale eoliche dal Porto di Gaeta in Molise

A breve come Associazione presenteremo un articolato esposto all’aA.G. di Larino riguardo lo scempio del territorio che si sta consumendo specialmente nel Basso Molise, a causa dell’eolico selvaggio. Alcune Associazioni che lottano contro l’eolico in difesa del paesaggio, si sono dette pronte a sottoscirvere insieme a noi l’esposto. La denunzia sarà incentrata sulle convenzioni che noi riteniamo illecite, stipulate tra comuni e società eoliche, tutte o quasi rigorosamente s.r.l. con capitale sociale di 10.000 euro (sic!!!). In queste convenzioni c’è scritto di tutto ,persino che il comune si impegna, dietro elargizione di somme di denaro a non incoraggiare manifestazioni di oppositori ai parchi eolici, oppure, dichiarazioni a verbale nel Consiglio Comunale, che le somme erogate sarebbero finalizzate a comprare il consenso. insomma, una Repubblica delle Banane. Ma oltre a questo, allegheremo degli articoli di stampa  nei quali si ipotizza un traffico di pale eoliche  che sarebbe avvenuto tra la Sicilia, il Molise e la Puglia tramite il porto di Gaeta. Chiederemo all’A.G. di accertare di chi erano queste pale e perchè provenissero proprio dalla Sicilia e dove sono state stoccate.
Romano De Luca

 

Archivi