Tessuto sociale omertoso e inadeguatezza apparati investigativi in provincia di Latina. Questi i mali sul piano della lotta alle mafie.

Il problema dei problemi nel Basso Lazio e più in particolare nella provincia di Latina è rappresentato, sul piano della lotta alle mafie ed alle illegalità, dal tessuto omertoso.

Tessuto sociale, culturale, politico ed economico.

La gente non denuncia, non segnala, non si indigna, non lotta, quasi a rendere altamente attuale e drammatico il grido di allarme che costrinse Paolo Borsellino a lamentarsi che:

“Vi è stata una delega totale e inammissibile nei confronti della magistratura e delle forze dell’ordine a occuparsi esse sole del problema della mafia… ”.

Una delega totale, alla quale, purtroppo, non sempre viene data una risposta adeguata da parte delle istituzioni nominate.

Per non parlare, della politica, in parte disattenta ed in altra collusa con le mafie ed essa stessa talvolta mafia.

La qualità delle indagini.

I PM Diana De Martino e Francesco Curcio, in occasione delle inchieste “Damasco” su Fondi, lamentarono il fatto che nel distretto di Latina la maggior parte dei reati di natura mafiosa erano stato iscritti come reati ordinari.

Per anni noi abbiamo dovuto sentire anche da parte di vecchi rappresentanti della Procura di Latina che… sul suolo pontino non ci sono organizzazione criminali.

Quando, al contrario, le mafie da decenni sono presenti, sono radicate, hanno prodotto ramificazioni ed affiliazioni indigene, locali ed hanno investito ed investono tonnellate di capitali al punto da comprarsi la quasi totalità dell’economia.

E chi controlla l’economia controlla la politica e le istituzioni.

In provincia di Latina ci sono un’eccellente Squadra Mobile ed un ottimo Questore, che noi ringraziamo di cuore per quello che hanno fatto e fanno tutti i giorni.

Ma, purtroppo, la stessa cosa non possiamo dire per quanto riguarda gli altri corpi e, in particolare, la Guardia di Finanza, che, essendo il corpo di polizia economica, dovrebbe più degli altri aggredire le mafie sul versante dei capitali (in un anno la Guardia di Finanza di Latina ha fatto appena 3 indagini patrimoniali a fronte di circa 150 di quella della provincia di Frosinone al comando del Colonnello Salato).

Questa è la situazione drammatica in cui si trova la provincia di Latina.

Archivi