Terracina, quasi tutte imprese casalesi e dell’aversano

TERRACINA INVASA DA IMPRESE RICONDUCIBILI A PERSONAGGI TUTTI PROVENIENTI DA CASAL DI PRINCIPE, SAN CIPRIANO DI AVERSA, CASAPESENNA ECC. ECC, COME A FONDI.

Ci viene il dubbio che chi deve indagare non sappia farlo come si deve.

E’ estremamente facile, anche nel caso di imprese “pulite”, risalire a chi c’è dietro e non dobbiamo – almeno crediamo – essere noi ad insegnare le tecniche investigative, in casi del genere, a chi fa di mestiere l’investigatore.

A Terracina, come a Fondi (dove persino vicino all’abitazione dove è avvenuto l’attentato a Bruno Fiore ci sono imprese casalesi), la gran parte delle imprese che effettuano lavori non solo privati ma anche pubblici è riconducibile a soggetti che provengono dalla zona del casertano circoscritta fra Casal di Principe, San Cipriano di Aversa, Casapesenna.

Alcuni giorni fa, trovandoci a Borgo Hermada, abbiamo visto con i nostri occhi alcuni operai dipendenti da un’impresa di Casal di Principe impegnati nella realizzazione di lavori pubblici.

Imprese “pulite”, forse, ma dietro ad alcune delle quali, considerato il modus operandi in quelle zone, potrebbero celarsi (usiamo il condizionale! ) soggetti… poco raccomandabili.

Dottoressa Cascella, capitano Atti, noi abbiamo una profonda stima di voi, ma cercate di bloccare questa… avanzata prima che sia troppo tardi.

E, infine, cercate di monitorare anche il settore della nautica e degli ormeggi tenuto conto del rischio che dietro ad alcuni proprietari di grosse imbarcazioni ormeggiate a Terracina potrebbero nascondersi soggetti da attenzionare.

Archivi