Svegliatevi!!!

QUANDO NOI DICIAMO CHE MENTRE LE MAFIE SI SONO AMMODERNATE ED HANNO FATTO SUL PIANO DELLE TATTICHE E DELLE STRATEGIE DI CONQUISTA DEL POTERE ASSOLUTO E DELLA RICCHEZZA GLOBALE PROGRESSI ENORMI LA COSIDDETTA ” ANTIMAFIA ” E’ RIMASTA INDIETRO DI 5O ANNI FERMA A METODOLOGIE DI CONTRASTO OBSOLETE E RIDICOLE, AGLI APPELLI, ALLE COMMEMORAZIONI, ALLE FIACCOLATE, ALLE INVOCAZIONI, ALLE FIACCOLATE, AI FILM RAFFIGURANTI ANCORA IL ” PADRINO”, AI RACCONTI DELLA NONNINA.
Tutte cose ridicole ed innocue che non fanno nemmeno il solletico ai mafiosi i quali, intanto, hanno conquistato gran parte della ricchezza nazionale e mondiale ed un potere infinito tale da assoggettare larga parte della politica e delle istituzioni ai loro voleri, alle loro scelte.
Ci si illude di poter fare la guerra contro armate dotate di carri armati e missili con un esercito sgangherato di sprovveduti e di ragazzini e non raramente di affaristi che pensano di farsi gli affari propri approfittando della babele determinata da una Roma in fiamme.
Fino a quando si continuerà a ciurlare nel manico credendo e facendo credere agli sprovveduti che le mafie vanno identificate nei Totò Riina o nei Provenzano o negli Schiavone e in uomini rozzi ed analfabeti e non, invece, nel banchiere, nel ministro, nel deputato, nel senatore, nel sindaco, nell’assessore, nel generale, nell’imprenditore, nel commercialista, nel notaio, nell’avvocato e, talvolta, anche fra i magistrati, i carabinieri, i poliziotti, i finanzieri che sono venuti meno al giuramento di fedeltà allo Stato di diritto, non faremo molta strada ancora e diventeremo tutti complici del più orrendo delitto: quello di aver distrutto lo Stato di diritto e di aver consegnato il Paese nella mani di bande di criminali, compromettendo, così – la cosa piu’ grave – l’avvenire dei nostri figli e dei giovani.
Noi non ci stiamo e vogliamo lottare fino all’ultimo per conservare, se non altro, il diritto a poter guardare negli occhi, con la coscienza a
posto di aver fatto il nostro dovere di genitori e di cittadini, i nostri figli.
Svegliatevi!!!
Svegliatevi presto, in tempo per poter combattere seriamente la mafia che, oggi, non è più quella che, coscientemente o incoscientemente, ci viene raffigurata in maniera del tutto diversa da quella che effettivamente è:
la mafia-stato, la mafia diventata potere.
E con la mafia-stato e la mafia -potere non si fa la guerra con un esercito di ragazzini, di gente impreparata e sprovveduta che quando le indichi la luna, anziché guardare questa, guarda il dito con il quale gliela indichi o, peggio, con bande di affaristi che, con la scusa di fare la lotta alle mafie, approfitta per farsi gli affari propri, costi quello che costi e fregandosene delle sorti del Paese e dei cittadini perbene.
Falcone diceva (scomodiamolo una sola volta anche noi):
“Seguite il filone dei soldi e troverete la mafia”.
I soldi!
E chi ha i soldi ha il potere che, alla lunga, si trasforma nel Potere.
Quello assoluto che ti strozza e ti toglie anche l’aria per respirare.
Svegliatevi!!!

Archivi