Suggerimenti al Questore di Latina ed a tutti i Parlamentari che vogliano seriamente impegnarsi sul piano della lotta alle mafie

Per contrastare con efficacia il fenomeno dei moltissimi personaggi malavitosi che si sono radicati sul territorio bisognerebbe creare ad “hoc” in ogni ufficio di polizia, una sezione distaccata della Squadra Mobile o Reparto Operativo per i CC. Nella Polizia la Squadra Mobile esiste soltanto nelle Questure, nel nostro caso, quindi, a Latina, mentre nei Commissariati: Fondi, Terracina, Gaeta, Formia etc. etc. c’è la Squadra di Polizia Giudiziaria.

Ora queste squadre all’intrerno dei Commissariati svolgono tutto, ovvero servizi di ordine pubblico, stadio, manifestazioni, accertamenti vari, ufficio denunce, turno festivo ed altro. Ora con un provvedimento ad hoc, la classica circolare emessa dal Capo della Polizia e diretta a tutti i Questori d’Italia, si potrebbe tentare di proporre le sezioni distaccate delle Squadre Mobili in provincia, operanti nella giurisdizione dei commissariati di pertinenza.

Prendiamo, ad esempio, il caso di Formia: 10 persone della squadra mobile distaccate a Formia che effettuano soltanto accertamenti prevenzione e repressione su associazioni per delinquere. Del personale si prendono quello che già esiste sul territorio ed altre eventuali persone che vogliono venire.

Questo sistema, esula da tutti gli altri servizi d’istituto e forma un poderoso contrasto alla criminalità. Non sarebbe male per il Sud Pontino creare un uffico distaccato della D. D. A. che dipenda per competenza territoriale da Roma aprendo un ufficio con 2 Magistrati che si occupano soltanto di gravi reati nel contesto dell’art. 416 C. P..

Archivi