STATO ED ANTISTATO IN PERENNE CONFLITTO. IL “CASO LATINA”

LA SENSAZIONE  – E PIU’ CHE LA SENSAZIONE-  E’ CHE UNA VOLTA COMANDA IL PRIMO E TAL’ALTRA LO SOPPIANTA IL SECONDO.

LA VICENDA DELLA RIMOZIONE DEL PREFETTO FRATTASI DOPO AVER MESSO LE MANI NELLA “VICENDA FONDI”,

LE RIVELAZIONI DI FACCHI E SCHIAVONE SU UN PRESUNTO “PATTO” FRA PEZZI DELLO STATO E CAMORRA IN QUEL DI GAETA-PATTO DI CUI SI E’ PARLATO ANCHE IN SEDE DI COMMISSIONE SPECIALE PARLAMENTARE DEI RIFIUTI -..

LE DICHIARAZIONI DELL’ISPETTORE DELLA MOBILE DI LATINA AL “FATTO QUOTIDIANO ” SECONDO IL QUALE GLI SAREBBERO STATI FRAPPOSTI OSTACOLI NELLO SVOLGIMENTO DELLE INCHIESTE APPENA TOCCATI CERTI LIVELLI AL PUNTO DA COSTRINGERLO A CHIEDERE IL TRASFERIMENTO DA LATINA A ROMA PER POI LASCIARE IL CORPO,

LE ALTRE DICHIARAZIONI RILASCIATE ,SEMPRE AL “FATTO QUOTIDIANO ” ,DAL PROCURATORE DELLA DDA DI ROMA PRESTIPINO E DAL QUOTIDIANO RIPORTATE A DICEMBRE 2014 NEL FAMOSO ARTICOLO A FIRMA DI ANDREA PALLADINO ” MAFIA CAPITALE E LA PALUDE PONTINA,FRA OMERTA’ E MINACCE INDAGARE NON SI PUO'”,

CI RAPPRESENTANO UN QUADRO ALLUCINANTE,DA BRIVIDO,CHE AUTORIZZA QUALUNQUE MENTE PENSANTE A PORSI LA DOMANDA :

IN PROVINCIA DI LATINA – E NEL PAESE- A COMANDARE CHI E’ ,LO STATO O L’ANTISTATO ????????

Archivi