Stanno tremando in molti………………..

Lo ha anticipato molto tempo fa Indro Montanelli :” Finiremo nell’ignominia”. E nell’ignominia siamo finiti.Tutti,nessuno escluso,perché le responsabilità sono di tutti noi.Ovviamente non in parti uguali,ma di tutti noi.chi di più,chi di meno,ma di tutti.Stiamo affondando nella melma. Non passa giorno che non si legga di arresti,incriminazioni,indagini a carico di questo o di quello.Non contano più i colori:rosso,bianco,verde,azzurro,viola.Sono pochi quelli che non c’entrano.Roma,Firenze,Venezia,Milano sono in subbuglio per le ruberie che vi si sono verificate,per la mano bassa che si é fatta del patrimonio pubblico,dei soldi della collettività.Ormai é tutta l’Italia investita da un’ondata senza fine di malaffare ed il crocevia di questo non é più localizzato ma diffuso in ogni parte del Paese.Quello che atterrisce le coscienze  di chi usa il cervello é il rimorso di non aver fatto abbastanza per almeno tentare di mettere fine – o quanto meno ritardare – la corsa verso il baratro.Abbiamo distrutto con la nostra superficialità,con il nostro egoismo,con il nostro menefreghismo,il nostro far finta di non vedere niente ,l’avvenire sereno delle giovani generazioni,dei nostri stessi figli e nipoti.Giovani generazioni che si vedono costrette sempre più ad abbandonare questo Paese,ad andare all’estero,per trovare lavoro,anche il più umile.
Fossimo in altri tempi ed in altri stati,intere classi dirigenti sarebbero  finite davanti ai tribunali speciali,per non dire davanti ai plotoni di esecuzione.
Ma non é da noi diffondere sentimenti di rancore perché noi siamo amanti della pace e della civiltà,crediamo nella democrazia  e nei suoi principi e confidiamo nella Giustizia.
A patto,però,che questa sia quella con la G maiuscola e che il parlamento,questo parlamento,non vari all’improvviso qualche legge che legittimi l’ingiustizia e trasformi il malaffare in atto e comportamento legittimo.
L’ignominia non ha un confine e da chi  teme  di essere arrestato da un momento all’altro  per le nefandezze da lui compiute ci si deve aspettare di tutto.
Qualche amico ha parlato di una specie di colpo di stato silenzioso e strisciante che sarebbe avvenuto nel nostro Paese con il “voto di scambio” ed altri marchingegni inventati ed adottati.
Può darsi che l’analisi non sia del tutto sbagliata.Quello,però,che é certo e del quale dobbiamo prendere atto é il fatto che la Magistratura,come ai tempi di Mani Pulite e del maxi processo di Palermo,ancora una volta ha dimostrato di essere rimasta fedele allo Stato di Diritto ed alla Costituzione.E questo ha impedito finora al Paese di cadere definitivamente nel baratro.
Gliene dobbiamo essere grati.
Alcuni giornali oggi ci dicono che sono in molti a Roma,a Firenze,a Milano,a Napoli  ed in altre parti del Paese a tremare perché temono di essere arrestati da un giorno all’altro.
Chi scrive crede in un Dio dell’amore e non dell’odio e della vendetta.
Ma che paghino,questi vigliacchi, per tutto il male che hanno fatto al Paese ed ai nostri figli!!!!!!!
Archivi