Sperlonga si espande, ma dove sono i suoi cittadini?

1, 2, 3, 4, 5, fino a 50.

Un’intera lottizzazione, con 50 unità abitative, realizzata a Sperlonga da persone che risultano residenti a Frattamaggiore, Marano di Napoli, Mugnano di Napoli, Afragola, Casoria, Caivano, Qualiano, San Giorgio a Cremano, Sant’Antimo, Napoli, Teverola, Parete, Marinaro, San Cipriano d’Aversa, Lusciano, San Marcellino, Giugliano, Curti, Marcianise, Frignano, Caserta, Arzano, Portici, Calvizzano.

Due sole risultano residenti nel Lazio, una a Roma ed una seconda a Sperlonga, ma con nomi chiaramente campani.

E’ la “nuova” Sperlonga, costruita a destra della Flacca, direzione Roma, sulle colline.

Ma è su tutta la direttrice per Itri che sono sorte lottizzazioni e ville, anche dove non si potrebbe costruire.

La cosa è visibilissima da tutti.

Un’invasione proveniente tutta dalla Campania..

Può darsi che si tratti di persone tutte perbene.

Può darsi, però, che fra di esse si nasconda qualcuna che non lo è.

Che ne dite?

Archivi