SOLIDARIETA’ E VICINANZA AL GIORNALISTA MIMMO RUBIO MINACCIATO DALLA CAMORRA

Purtroppo senza stupore, abbiamo appreso dell’attentato subito ad Arzano da Mimmo Rubio, giornalista campano dalla schiena dritta, uno di quelli che non rispettano la consegna del silenzio a protezione della camorra. Sentiamo il dovere di ringraziarlo perché, così facendo, lo riconosciamo esposto in prima linea. Da parte nostra sappia che siamo al suo fianco in una lotta che, prima di ogni altra cosa, comporta la conoscenza. Le mafie vogliono il silenzio: chi non rispetta questa consegna sa di rischiare e lo fa con senso civico e con coraggio. Vorrei che, insieme a noi, si levasse una folla, quella degli uomini onesti e di buona volontà. Perché chi ha visto e tace, è complice, non tanto e non solo dell’attentato, ma di tutte quelle brutture che si vorrebbero taciute. Chi ha figli ci pensi, se davvero per loro vuole il paese del silenzio.

Associazione antimafia “Antonino Caponnetto”

IL SEGRETARIO NAZIONALE

dr.Elvio Di Cesare

Archivi