Solidarietà della “Caponnetto” al giornalista Paolo Foschi

Latina, 18-07-2006

SOLIDARIETA’ DELLA “ CAPONNETTO” A PAOLO FOSCHI DEL “CORRIERE DELLA SERA” AGGREDITO A ROMA DURANTE LA MANIFESTAZIONE DEI TASSISTI

Dopo il ministro Mussi ed alcuni giornalisti di Radio Dimensione Suono e Radio Globo, anche Paolo Foschi del “Corriere della Sera” è stato aggredito a Roma durante la manifestazione dei tassisti. Ci auguriamo che gli aggressori non facciano parte della categoria dei tassisti e che siano dei provocatori infiltratisi nelle manifestazioni. Se ciò non fosse, il fatto rappresenterebbe un gravissimo danno all’immagine di una categoria di lavoratori in lotta per salvaguardare alcuni suoi diritti.

Le lotte sindacali vanno condotte sempre tenendo conto degli interessi dell’intera collettività e nel pieno rispetto delle regole di una civile convivenza.

Quanti si pongono al di fuori di tali regole, offendono l’intera categoria, le organizzazioni sindacali e l’‘intero Paese.

Nell’invitare partiti politici e sindacati a prendere le distanze con fermezza dagli aggressori, che vanno individuati e perseguiti duramente, l’Associazione Regionale per la lotta contro le illegalità e le mafie nel Lazio “Antonino Caponnetto” esprime i più vivi sentimenti di solidarietà a Paolo Foschi del “Corriere della Sera” ed a tutti gli altri giornalisti aggrediti, oltreché al Ministro Mussi

Dr. Elvio Di Cesare
Segretario Regionale per il Lazio dell’Associazione “Antonino Caponnetto”.

Archivi