Solidarietà al PM Miliano del Consigliere comunale di Fondi Enzo Trani dopo le minacce ricevute dal magistrato di Latina.

PUBBLICHIAMO QUA DI SEGUITO LA NOTA DI SOLIDARIETA’ INVIATA DAL CONSIGLIERE COMUNALE DI FONDI, NONCHE’ DIRIGENTE DELL’ASSOCIAZIONE CAPONNETTO,ENZO TRANI AL S.PROCURATORE DELLA REPUBBLICA DI LATINA GIUSEPPE MILIANO DOPO LE MINACCE DA QUESTO RICEVUTE.

SOLIDARIETA’ CHE CONDIVIDIAMO APPIENO E CHE RINNOVIAMO AL DR.MILIANO ANCHE A NOME DELL’INTERA ASSOCIAZIONE.

COGLIAMO L’OCCASIONE PER ESTERNARE ALCUNE NOSTRE CONSIDERAZIONI SULLO STATO PRECARIO DELLA SICUREZZA E DELL’ORDINE PUBBLICO IN PROVINCIA DI LATINA,UNA PROVINCIA CHE DA ANNI VIVE SOTTO IL TALLONE DELLE CRIMINALITA’ COMUNE ED ORGANIZZATA E DOVE LA LEGALITA’ E’ RITENUTA,COME GIUSTAMENTE RILEVO’ MOLTO TEMPO FA L’EX PRESIDENTE DEL TAR DR.BIANCHI,UN OPTIONAL.

ANCORA OGGI,MALGRADO CIO’,CI VEDIAMO COSTRETTI AD ASCOLTARE ESTERNAZIONI CRIMINALI DI SOGGETTI POLITICI E DELLE ISTITUZIONI PONTINE CHE SI OSTINANO A NEGARE LA REALTA’.

COMPORTAMENTI,QUESTI,CHE LASCIANO SOSPETTARE L’ESISTENZA DI RAPPORTI STRETTI FRA COSTORO ED ELEMENTI APPARTENENTI AI CLAN.

QUANDO LA POLITICA COLLUDE CON LA MAFIA E DIVENTA ESSA STESSA MAFIA!!!!!!

GRAZIE A DIO,CI SONO ANCORA PARTI DELLA POLITICA E DELLE ISTITUZIONI CHE IN PROVINCIA DI LATINA E,PIU’ IN GENERALE NEL LAZIO,NON POSSONO ESSERE DEFINITE MAFIOSE,MA QUELLO CHE SCONCERTA SONO ’ LA MANCANZA DI TENSIONE,LA SCARSA ATTENZIONE,L’IMPEGNO SOLAMENTE VERBALE E NON EFFETTIVO E CONTINUATIVO DI QUESTE SUL PIANO CONCRETO DELLA LOTTA ALLE VARIE MAFIE,MILITARI,POLITICHE,ECONOMICHE,PROFESSIONALI..

QUELLA PARTE DELLA POLITICA E DELLE ISTITUZIONI CHE SONO RIMASTE INDENNI DALL’INQUINAMENTO MAFIOSO,STENTANO A COMPRENDERE APPIENO CHE IL RADICAMENTO MAFIOSO NEI TERRITORI,NEI TERRITORI DA LORO STESSI AMMINISTRATI,RAPPRESENTA UN FENOMENO PERICOLOSISSIMO DI ARRETRAMENTO CULTURALE E DI DECRESCITA ANCHE ECONOMICA DI QUESTI.

UN IMPRENDITORE SERIO NON VERRA’ MAI AD INVESTIRE I PROPRI CAPITALI PULITI IN AREE DOMINATE DALLE MAFIE!!!!!!!!

QUINDI LA LOTTA ALLE MAFIE DOVREBBE RAPPRESENTARE IL PRIMO PUNTO NELL’AGENDA POLITICA ED AMMINISTRATIVA DI TUTTI GLI ESPONENTI POLITICI ED AMMINISTRATORI PUBBLICI NON MAFIOSI.

PURTROPPO NON SEMPRE E NON DOVUNQUE E’ COSI’!!!!!!!!!…………

————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————

LA NOTA DI ENTO TRANI AL DR.MILIANO:

Procuratore della Repubblica

Dott. Giuseppe Miliano

Via Ezio, 1

04100 Latina

Ill. mo sostituto Procuratore, in qualità di cittadino prima e di consigliere comunale poi, sento il dovere di esprimerLe la mia sincera vicinanza per il deplorevole atto intimidatorio che Le è stato recapitato lo scorso 25 maggio.

Le hanno scritto che “La misura è colma” e sono fermamente convinto che mai come in questi ultimi anni una frase del genere corrisponda appieno alla realtà del nostro territorio provinciale.

La misura è colma: dallo straripante abuso edilizio alle ormai tanto ben radicate infiltrazioni di mafia, camorra e ndrangheta, troppo spesso con la complicità istituzionale di certa politica e con un sempre più diffuso silenzio compiacente della cosiddetta società civile.

Persone come Lei ci lasciano ancora sperare che combattere per una società migliore è ancora possibile.

Il Suo lavoro ci convince ulteriormente che educare i propri figli al rispetto del prossimo, all’etica ed alla legalità non è pura utopia ma la strada giusta, opportuna e doverosa da percorrere.

Le scrivo perché non si senta solo nella Sua battaglia per la legalità.

Purtroppo certe cose accadono soprattutto quando importanti figure Istituzionali, con i loro comportamenti e con i loro interventi fanno del tutto per delegittimare chi come Lei cerca di fare al meglio il proprio dovere, nell’interesse di tutta la cittadinanza.

Mentre Lei ed i Suoi colleghi ricevete certe vili minacce, nessuno alza la voce sulla carenza di magistrati e cancellieri nei vari tribunali pontini, quegli stessi tribunali che ben presto saranno chiusi ed accentrati per poi incolpare gli operatori della magistratura delle lentezze eterne dei processi.

Penso a chi negli scorsi anni ha delegittimato un Prefetto della nostra Provincia affermando che “Pezzi deviati dello Stato” volevano buttare a fondo una certa politica.

Gli stessi che precedentemente avevano saputo giocare sporco contro l’allora Presidente del TAR Dott. Bianchi.

Gli stessi che malgrado l’evidenza continuano ad affermare che il nostro territorio provinciale è scevro da infiltrazioni malavitose e da speculazioni edilizie e commerciali di dubbie provenienze economiche.

Le minacce alla Sua persona ed al Suo lavoro seguono quelle all’allora Questore D’Angiò, al suo vice Tatarelli, al Suo collega magistrato Iansiti, ma sono a mio parere il frutto dei veleni che certa politica sta portando avanti ormai da un decennio in tutta la Provincia di Latina.

Stanno cercando di lasciarvi soli con la complicità di una società collusa e corrotta che non riesce o forse addirittura non vuole riscattare una vera dignità di etica e di legalità, negando perfino l’evidenza dei fatti.

Lei non si arrenda ad una minaccia così vile che Le giunge da delinquenti che continuano a sporcare la nostra dignità di cittadini onesti.

Loro appartengono alla parte malata di questo benedetto/maledetto territorio e sanno bene che per quanto sia ampia la loro piaga puzzolente, alla fine vinceranno l’onestà, l’etica e la legalità.

Grazie per il Suo lavoro.

Con immensa stima.

Fondi, 25 maggio 2012

Vincenzo Trani

Consigliere Comunale

Lista Civica LIDO DI FONDI

Archivi