Soldi in cambio di voti nel sud pontino???

Non siamo in grado di sostenerne la fondatezza o meno perché abbiamo raccolto la voce da persone che non conosciamo che stazionavano nella stazione di Formia in attesa, come chi scrive, dei treni.

Si trattava di due uomini che parlavano fra loro con chiaro accento campano di soldi che starebbero circolando durante la campagna elettorale in cambio di voti nel sud pontino.

La cosa non avrebbe di per sé attirato la nostra attenzione più di tanto non conoscendo la qualità della fonte e non potendo, quindi, garantire sulla sua serietà.

Ma il fatto che si sta parlando di un territorio fortemente infiltrato dalle organizzazioni criminali e che, peraltro, già in passato è stato interessato da fenomeni di “voto di scambio” (v. ”Formia Connection, ”Damasco” ecc. ), ci induce a richiedere a tutti, cittadini, partiti, forze dell’ordine, la massima vigilanza per verificare la fondatezza o meno di tali voci.

Archivi