Situazione sicurezza ed ordine pubblico nel Comune di Roma

Roma, 19. settembre 2006

Presidente Commissione Sicurezza e Criminalità Regione Lazio – ROMA

Oggetto: Situazione sicurezza ed ordine pubblico nel Comune di Roma

Gentile Signora Luisa On. le Laurelli

La situazione della sicurezza e dell’ordine pubblico nella Capitale e nel territorio circostante sta diventando sempre più preoccupante.

Omicidi, scippi, rapine, violenze ecc. stanno ormai all’ordine del giorno. A tutto ciò si aggiunge l’azione continua di penetrazione nel tessuto economico e sociale della città e della provincia da parte della criminalità organizzata.

Più volte questa Associazione, nell’esprimere le sue più vive preoccupazioni al riguardo, ha manifestato le sue perplessità sul piano dell’efficacia dell’azione di contrasto finora svolta dalla magistratura e dalle forze dell’ordine.

Qualcosa evidentemente non va. Questo “qualcosa” noi lo ravvisiamo nella mancanza di un’azione di “intelligence”, di una strategia, cioè, più intelligente e moderna, finalizzata a colpire le mafie e la criminalità in genere sul piano non solo militare ma soprattutto economico.

Nella relazione alla Commissione da Lei presieduta abbiamo proposto alcune soluzioni, che, ad avviso di questa Associazione, rappresentano la “conditio sine qua non” per contrastare con efficacia la criminalità.

Ora riteniamo, considerata la gravità della situazione, che sia necessario ed urgente convocare un incontro operativo dei vertici della magistratura e delle forze dell’ordine per un esame dell’intera situazione e per l’individuazione di una strategia di contrasto più efficace di quella adottata finora.

Restiamo in attesa di Sue assicurazioni al riguardo e cordialmente La salutiamo

Il Segretario di Roma e Provincia
Dr. Alessandro Cresti
alessandro. cresti@aliceposta. it – tel 328. 6110379

p. s. Si allega copia dell’intervista al capo della Squadra mobile di Roma, Alberto Intini, pubblicata sul Corriere della Sera del 17 settembre u. s.

Archivi