Situazione legalità ed ordine Pubblico Ardea (Roma)

Latina 30.5.2006

On. Presidente della Repubblica – ROMA
On. Ministro degli Interni – ROMA
On. Ministro della Difesa – ROMA
On. Ministro delle Finanze – ROMA
Direzione Nazionale Antimafia – ROMA
Procura della Repubblica – VELLETRI
Presidente Giunta Regione Lazio – ROMA

Oggetto: situazione legalità ed ordine Pubblico Ardea (Roma)

La situazione di diffusa illegalità esistente ad Ardea impone l’adozione in tempi brevi di provvedimenti radicali da parte delle istituzioni centrali.

Va, prima di tutto, rivisto l’assetto delle forze dell’ordine.

Ad Ardea, come nelle vicina Pomezia, città fortemente infiltrate dalle mafie, non c’è alcun presidio della Polizia di Stato.

Infatti, ad Ardea esistono due stazioncine di Carabinieri-una nel quartiere di” Nuova Florida”e l’altra a”Tor San Lorenzo”, con una ventina di uomini, non sufficienti nemmeno per coprire i tre turni di lavoro.

Le conseguenze di tale situazione sono sotto gli occhi di tutti…

Questa Associazione chiede, pertanto, al Ministro degli Interni di intervenire perché, oltreché a potenziare l’organico dei Carabinieri, si provveda ad istituire un Commissariato della P. S..

Tutto ciò, per quanto riguarda l’aspetto della sicurezza dei cittadini e dell’ordine pubblico.

Ma c’è anche un altro versante sul quale bisogna intervenire con rigore: quello urbanistico.

Ardea dispone del PRG redatto nel 1984. I piani particolareggiati, peraltro mai approvati dalla Regione Lazio, sono scaduti da tempo.

Si è costruito (e si continua a costruire, come nel caso delle foto allegate alla copia diretta alla Procura della Repubblica di Velletri, foto che mostrano costruzioni realizzate addirittura su fossi che servivano a far defluire le acque) facendo del territorio un uso dissennato e selvaggio e determinando, così, danni incalcolabili all’ambiente ed ai cittadini tutti.

La Regione Lazio non è mai intervenuta contro gli scempi urbanistici e per far rispettare le leggi (leggi continuamente violate, come nel caso descritto nella copiosa documentazione che alleghiamo alla copia diretta alla Procura dell a Repubblica di Velletri, caso che riguarda un cittadino proprietario di un appartamento sito in via Viareggio).

Ora attendiamo da voi tutti provvedimenti seri e definitivi.

IL SEGRETARIO REGIONALE
Dr. Elvio Di Cesare

Archivi