Situazione Formia

24/8/2004

COMUNICATO STAMPA

A proposito dell’attentato avvenuto a Formia la notte del 23 agosto, lasciamo che gli investigatori scoprano ragioni, mandanti ed esecutori. Una considerazione, però, è d’obbligo: quando noi abbiamo cominciato a denunciare – anni fa – che la situazione in provincia di Latina è gravissima, a livello politico e istituzionale si è affermato più volte che noi “creiamo allarmismi”…. C’è stato persino chi ha avuto l’ardire di dichiarare che “la mafia non esiste nel nostro territorio”…

Ora che ad alcuni consiglieri comunali di Gaeta vengono spedite pallottole; a Simeone viene fatto saltare un cancello con una bomba; a Terracina e a San Felice Circeo vengono bruciate macchine, barche e quant’altro; sono tutti concorsi nel sostenere che “la situazione della legalità e dell’ordine pubblico è grave!” Ma esiste ancora qualcuno che parla di “pericolo” di infiltrazioni mafiose, pur essendo chiaro che la criminalità organizzata è penetrata da tempo e profondamente nel tessuto economico, sociale e – forse – politico, del territorio Pontino.

Si vuole indagare seriamente sulle connessioni politica-affari e mafia?

Siamo tuttora in attesa, dopo due anni, di una risposta del Prefetto La Rosa alla nostra richiesta di istituzione a Latina di una sezione staccata della DIA.

LA SEGRETERIA

Archivi