Siamo tutti rei.

A PROPOSITO DEI DUE CARABINIERI CHE SI
SAREBBERO RESI AUTORI DI UNA RAPINA IN
CAMPANIA………………..

“Il male,ci disse  tanti anni fa,un Colonnello della
Guardia di Finanza,sta nelle regole di
arruolamento”
Ed aggiunse:
“Io qualche tempo fa mi sono visto arrivare,
assegnato al mio Comando ,un finanziere e gli
domandai subito cosa faceva prima di arruolarsi.
Mi rispose: Signor Colonnello,facevo il pastore.
Gli risposi: tornatene al Comando Generale “.
La risposta  del Colonnello potrebbe essere,a
prima vista,definita  come una risposta di natura
in certo senso classista,ma non é così perché il
territorio  nel quale  é avvenuto questo fatto é
fortissimamente  infiltrato dalla camorra e a quel
Colonnello servivano uomini e donne  preparati e

capaci di fare indagini difficili,complicate e che
richiedono un livello  culturale quanto meno
medio ,tenuto,peraltro,conto della natura del
Corpo ,la Guardia di Finanza,che é di Polizia
economica e non  da ordine pubblico,come i
Carabinieri o la Polizia di Stato.
Stiamo parlando di un Colonnello,sicuramente
oggi Generale,ritenuto uno dei migliori
investigatori italiani che noi stimavamo e
stimiamo moltissimo.
Ma ,quando parliamo di “regole di
arruolamento”,la domanda d’obbligo é :
chi fa quelle regole?
Non le fanno gli uomini?
E torniamo all’origine.
L’uomo.
Una volta,all’atto dell’arruolamento nelle forze
dell’ordine – ed anche nelle forze
armate,Esercito,Marina,Aereonautica – ,prima di

prendere una persona si andava a scavare fino
alla 3°-4° generazione dei familiari.
Se si  aveva la disgrazia di aver avuto fra di
essi,anche fra i più lontani ed indiretti,uno che si
era macchiato di un reato,anche minore,si veniva
scartato.
Oggi non é più così  e capita ,talvolta,di trovare di
tutto.
Basta una “spintarella” ( di natura politica o di
altra natura ) e si viene presi.
Ci meravigliamo,poi,se  si viene a sapere di
qualcuno che si scopre un rapinatore ?
Aggiungiamo a tutto ciò la situazione economica
in cui sono costrette le forze dell’ordine,le
quali,nei gradi bassi,vengono retribuite con
stipendi da fame.
Suvvia,prima di pronunciarci su episodi quale
quello di cui sono pieni stamane i
giornali,facciamoci un esame di coscienza  e

domandiamoci se per caso non siamo tutti
responsabili morali.
E rei  anche penalmente !!!!!!!

Archivi