Siamo sempre pronti a parteciparer ad iniziative di partiti in materia di lotta alle mafie, ma ad una condizione: che gli impegni che si prendono siano concreti e vengano rispettati

Ci fa un immenso piacere apprendere che il PD del Lazio si sia reso promotore della costituzione di un Forum per la sicurezza e per la legalità e che abbia invitato ad un confronto, fra altre, anche la nostra Associazione.

Noi non ci siamo mai sottratti a tali confronti, da qualunque parte provengano gli inviti.

Abbiamo già partecipato ad altri incontri promossi dalla FDS e dall’IDV e parteciperemo a quelli del PD.

Ma desideriamo che gli impegni che si assumono siano concreti, che abbiano continuità nei fatti e, soprattutto, che non siano generici.

Abbiamo sempre invitato alle nostre iniziative nel Lazio parlamentari del PD, come di altri partiti.

Li abbiamo invitati –in particolare quelli che fanno parte della Commissione Parlamentare Antimafia –anche al nostro convegno dell’altro giorno a Pastena, in provincia di Frosinone.

Si tratta di convegni, quelli della nostra Associazione, ai quali partecipano sempre magistrati di avanguardia, impegnati nelle Procure e nei Tribunali di frontiera, esponenti delle forze dell’ordine, giornalisti d’inchiesta di livello nazionale ecc.; convegni durante i quali non si fa la narrazione di cose antiche ma che trattano situazioni reali dei territori del Lazio, delle province del Lazio, criticità, esigenze, carenze, omissioni e quant’altro.

Bene, non abbiamo mai ricevuto un rigo di riscontro.

Allora dobbiamo essere chiari, anche per un’esigenza di rispetto reciproco.

Noi siamo pronti a partecipare a qualunque iniziativa, di notte o di giorno, a qualunque ora, in qualsiasi posto.

Purché si tratti, però, di iniziative che non si esauriscano in proposte generiche che, poi, non trovino mai ancoraggi nelle realtà.

Archivi