Siamo ridotti in mutande! E’ successo a Gaeta.

Siamo veramente alla frutta.

Quando un Commissariato di Polizia non è in grado nemmeno, dopo due anni dalla data della presentazione di una denuncia, ad individuare l’utenza telefonica da dove sono partite le telefonate di un molestatore, come si può pretendere che si può fare la lotta alle mafie con un minimo di speranza di successo?

A parte abbiamo pubblicato la lettera pervenutaci dall’ex Ispettore di Polizia Vincenzo Castaldo ed inviata al Ministro Cancellieri- ed a noi per conoscenza-, il quale lamenta quanto gli è capitato a Gaeta dove si è rivolto al locale Commissariato senza aver avuto alcun esito, a distanza di due anni dalla data della presentazione della denuncia.

Siamo ridotti in mutande.

Archivi