Si vuole a tutti i costi depotenziare la DIA e questo noi non possiamo tollerarlo. Un nostro appello al PD, all’IDV ed a tutti i partiti del centrosinistra.

VERGOGNA, VERGOGNA, VERGOGNA!!!

SI VUOLE A TUTTI I COSTI DEPOTENZIARE E RIDURRE ALL’IMPOTENZA LA DIREZIONE INVESTIGATIVA ANTIMAFIA E QUESTO NON POSSIAMO TOLLERARLO.

Chiacchiere, chiacchiere e chiacchiere, quando si dichiara che si vuole fare la lotta alle mafie e quando, poi, sotto sotto, si trama per depotenziare i soggetti che effettivamente la fanno con risultati positivi.

Abbiamo di proposito voluto pubblicare il resoconto stenografico dell’audizione da parte della Commissione Parlamentare Antimafia del nuovo Direttore della DIA per far comprendere a chi fa finta di non capire quanto sta succedendo ai danni di un soggetto- la DIA, appunto, – che ha una sua specificità rispetto a tutti quanti gli altri.

Il problema è che abbiamo la sensazione che, per non turbare degli equilibri interni, qualcuno voglia appannare quella “specificità” che è propria –ed esclusivamente –della DIA rispetto a tutti gli altri corpi.

E ci fa piacere che Veltroni ed altri parlamentari del PD che fanno parte della Commissione Parlamentare Antimafia abbiano compreso come stanno le cose ed abbiano deciso di rendersi personalmente conto della situazione con la loro visita alla DIA all’Anagnina programmata per il 6 febbraio p. v.

Confidiamo nel loro intervento, come pure auspichiamo che anche i parlamentari dell’IDV seguano il loro esempio, insieme a tutte quelle altre forze politiche che, pur non essendo oggi rappresentate nel Parlamento, possono e debbono svolgere un ruolo importantissimo di pressione e di denuncia al Governo.

Si stanno creando dei doppioni che noi riteniamo inutili e, peraltro, dannosi, quando, invece, bisognerebbe tener conto delle “specificità” e delle specializzazioni che solamente la DIA ha.

Lo diciamo chiaro e forte: non ci piace quanto sta avvenendo in sordina e nell’indifferenza di tutti.

Lo stiamo dicendo da anni:

la lotta alle mafie si fa, se si vuole fare seriamente, affrontando i nodi dei problemi e non con le chiacchiere, le sparate propagandistiche e quant’altro.

Associazione A. Caponnetto

Archivi