Sequestro milionario a Fondi nell’ambito dell’operazione Damasco

Un patrimonio di 1 milione di euro è stato sequestrato dalla divisione anticrimine della questura di Latina ad un noto geometra di Fondi, Giuseppe Carolis, 49 anni, accusato di aver messo a disposizione le sue società e la sua intermediazione per ripulire il denaro proveniente da attività illecite, in particolare dal giro di usura. De Carolis era stato coinvolto, insieme a Vincenzo Garuzzo e a Massimo Di Fazio, nell’operazione Damasco che, nel febbraio del 2008, aveva portato all’esecuzione di una serie di ordinanze di custodia cautelare per estorsione aggravata da modalità mafiose a carico di esponenti della criminalità organizzata di Fondi.

Garruzzo, in particolare, era considerato il capo dell’organizzazione, accusato di prestare soldi a imprenditori e commercianti della zona a tassi anche superiori al 120%. Le vittime, il più delle volte, erano costrette a cedere le loro proprietà per estinguere i debiti. Il ruolo di De Carolis era quello di mettere a disposizione le sue società per emettere false fatture, per prestazioni di lavoro mai effettuate, per giustificare la provenienza di assegni delel vittime del giro di usura. Il sequestro preventivo del patrimonio di De Carolis, intestato alla società El.gi, riguarda complessivamente 16 unità immobiliari, tra cui 6 appartamenti, 6 locali commerciali e quattro garage.

(Tratto da Latina24Ore)

Archivi