Senza parole. C’é bisogno di commenti ? Solo uno.VERGOGNA!

 

Sono la testimone di giustizia Franzè Francesca mi rivolgo all’associazione ma sopratutto a lei dott Elvio di Cesare,persona molto attenta alle problematiche dei testimoni di giustizia. È dal mese di marzo per non citare altro che io e la mia famiglia stiamo subendo delle gravi pressioni da parte del servizio di protezione. Mi spiego: nel mese di marzo veniamo trasferiti in altra località ; qui ci ritroviamo a divid…ere l abitazione con altre persone dove vi è un via vai di uomini . Da parte del servizio ci viene detto che loro non sono stati messi a conoscenza di ciò che è stato il reparto logistico ; fatto sta che neanche dopo la loro constatazione sono intervenuti, ma abbiamo dovuto conviverci ,praticamente in un “puttanaio” per essere educata . Nel mese di luglio siamo chiamati in località d origine per impegni giudiziari prolungatesi anche ad agosto ,la beffa è stata che nonostante le notifiche che ci sono pervenute tramite il servizio loro hanno ribadito che non ne sanno nulla . La mia qualità di testimone di giustizia e di mio marito anch’egli testimone, mi impone a rispettare gli impegni giudiziari evidentemente al servizio da fastidio la nostra collaborazione. Di tutta questa vicenda è informata la dda di Catanzaro ,la commissione centrale , il servizio centrale ,la DNA di Roma ,procura di Roma ,ma ,io mi chiedo: il direttore Caridi come opera in questo servizio? perché lui essendo il direttore sa della merita schifezza che stanno esercitando i suoi colleghi nei nostri confronti ! Non vorrei pensare che a lui va bene tutto questo, altrimenti sarebbe non grave, ma gravissimo ! Il direttore Caridi è andato ad accertarsi perché è stato affittato un alloggio dove abitavano persone a loro dire facente parte ad una associazione? il direttore Caridi è andato a riscontrare se il medico mandato da lui ha scritto ciò che era riportato sui referti medici o si è prodigata a eseguire un ordine stabilito da qualcuno del servizio? e perché bloccare il contributo nonostante i nulla osta dei magistrati? Ah dimenticavo, per loro non conta nulla la parola del magistrato ( così mi è stato riferito)! Io chiedo fermamente l intervento urgente del ministro Marco Minniti e il sottosegretario Filippo Bubbico, ma contemporaneamente che intervenga la procura di Roma e Catanzaro ribadendo che qui c’è di mezzo la vita di una famiglia che crede nelle istituzioni ma sono proprio alcune persone istituzionali che hanno deciso tutto ciò . Ringrazio anticipatamente l’associazione Caponetto se mi darà voce portando a conoscenza queste vere crudeltà fatte a due testimoni di giustizia .
Franzè Francesca

Archivi