Scioglimento enti locali per mafia, la proposta di Dalila Nesci a Tropea

Oltre che per l’incandidabilità per 20 anni  di tutti coloro che hanno fatto parte  di giunte e consigli comunali sciolti per mafia battetevi per ottenere la rimozione immediata ed il licenziamento dei dirigenti e funzionari che collaborano con  gli amministratori collusi con la mafia.Cacciare i politici e lasciare funzionari e dirigenti  collusi non risolve i problemi.I primi ad essere cacciati debbono essere gli amministrativi ed i tecnici  responsabili di atti  mafiosi.
 
 
Scioglimento enti locali per mafia, la proposta di Dalila Nesci a Tropea

 

dalila-nesci-m5s-ok.jpg

Vibo Valentia – Presentata a Tropea dalla deputata del M5S, Dalila Nesci, una proposta di legge sullo scioglimento degli enti locali per infiltrazione mafiosa sottoscritta insieme ai deputati del Movimento Cinque Stella Nuti, Cozzolino, Di Benedetto, Di Vita, Lombardi, Mannino e Toninelli. La proposta di legge prevede l’incandidabilità per almeno 20 anni da tutte le competizioni elettorali dei politici ritenuti responsabili dello scioglimento per infiltrazioni mafiose di un Comune o altro ente locale e non per un solo turno elettorale come e’ attualmente. Proposta anche la pubblicazione integrale della relazione integrale della Commissione di accesso agli atti che poi porta le Prefetture ed il Ministero a sciogliere gli enti locali per mafia. La proposta di legge contiene poi norme per rimuovere i dipendenti dei Comuni ritenuti responsabili dello scioglimento per infiltrazione mafiosa dell’ente, quindi norme sull’istituzione di un organo consultivo di cittadini nella fase del commissariamento dei Comuni ed infine l’introduzione di un elenco di funzionari esperti da reclutare per le commissioni straordinarie. Gli organi elettivi del Comune di Tropea sono stati sciolti nelle scorse settimane.

giovedì

8 settembre

 

Archivi