Sbagliati i dati elettorali del primo turno, dossier all’antimafia, prefetto e carabinieri

Il Mattino, Domenica 18 giugno 2017

Sbagliati i dati elettorali del primo turno, dossier all’antimafia, prefetto e carabinieri

di Rosalba Avitabile

Sbagliati i dati elettorali del primo turno per la elezione del sindaco e dei consiglieri comunali in danno del candidato sindaco Gennaro De Mare: dossier dell’Antimafia a Prefetto e carabinieri. Le elezioni comunali ad Arzano e le modalità con la quale si stanno svolgendo, stanno destando più di qualche perplessità e tante ombre. Stese della camorra per intimidire il candidato sindaco, aggressioni, strani ceffi presenti nei seggi e fuori ai plessi di piazza dei Martiri, via Volpicelli e piazza Marconi. Strano è stato il furto avvenuto a pochi giorni dalle elezioni presso l’ufficio Anagrafe ed Elettorale di via Pecchia in cui i ladri avrebbero trovato le porte aperte e, secondo alcuni dipendenti, non avrebbero portato via nulla.

Eppure parliamo di due uffici sensibili in cui vengono custoditi gli elenchi degli elettori aventi diritto e dell’interfaccia documentale come le carte d’identità. A denunciare tutto e chiedere l’intervento del Prefetto e dell’Antimafia, l’ex consigliere per anni finito sotto protezione, Domenico Rubio .” Sono circa 500 i voti che per il momento risultano sottratti per errore nei conteggi al candidato sindaco del pd, Gennaro De Mare. Lo ha decretato la commissione mandamentale a seguito di un primo riscontro, ma mancano ancora le verifiche di tutti i verbali”. Si riduce, quindi, di oltre la metà il vantaggio al primo turno della candidata sindaca di De.ma, Fiorella Esposito. “La notizia è davvero eclatante se riscontrata nel merito e credo che già da domani sarà mobilitato il Prefetto e la Commissione Parlamentare Antimafia – conferma Rubio- .

Non dimentichiamoci che solo qualche giorno prima del voto c’è stato anche un inquietante furto all’Ufficio Anagrafe e Elettorale, vicenda sulla quale stanno già indagando carabinieri e magistratura. Nell’interesse di Arzano e di tutta la politica locale, evitando al momento qualsiasi interpretazione e speculazione, bisogna fare massima luce su tutto. E per questo ripongo fiducia nelle istituzioni preposte ad Arzano”. Nella notte tra l’11 e il 12 giugno scorso nelle sezioni elettorali allestite in città, sono state completate le operazioni di spoglio delle schede per la elezione del sindaco e del consiglio Comunale. Subito dopo i “verbali delle operazioni elettorali” dei singoli seggi sono stati inviati all’Ufficio elettorale centrale, il quale dopo qualche giorno, ha verificato i grossolani errori. E’ evidente che tali errori vanno subito corretti e si rende necessaria una verifica complessiva su tutti i voti attribuiti, seggio per seggio, considerato che dalla lettura dei verbali di alcuni altri seggi, si registrerebbero ulteriori anomalie ed errori, come ad esempio avere scambiato i votanti, cioè gli elettori che si sono recati al seggio, con gli iscritti nella sezione elettorale.

Archivi