SANITÀ E CLAN, 24 ARRESTI | Roma online.Camorra e politica a braccetto.

22/01/2015

NAPOLI. Nuovo terremoto giudiziario all’ospedale “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta, l’ennesimo, in “Terra di Lavoro”, dove, camorra, politici, colletti bianchi e appalti pubblici vanno a braccetto da sempre. Nell’ordinanza di custodia emessa ieri, nell’ambito dell’inchiesta, coordinata dal procuratore aggiunto Giuseppe Borrelli e dal pm della Dda Alessandra Lucchetti, e che ha portato in manette 24 persone tra cui spiccano politici, dirigenti e imprenditori, si legge chiaramente: «L’ospedale di Caserta è il luogo dove la camorra in giacca e cravatta si presenta a contatto con i funzionari pubblici posti in determinati ruoli di potere da una politica compiacente che mira al consenso ed al clientelismo». Ieri mattina, personale della Dia di Napoli ha eseguito un’ordinanza applicativa della misura cautelare della custodia in carcere nei confronti di 10 indagati e degli arresti domiciliari nei confronti di altri quattordici, ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere di tipo mafioso, corruzione, turbata libertà del procedimento di scelta del contraente, abuso d’ufficio, con l’aggravante del metodo mafioso.