Ruby, premier indagato per concussione e sfruttamento della prostituzione minorile

La procura di Milano: L’iscrizione nel registro degli indagati risale al 21 dicembre scorso, al Cavaliere notificato un invito a comparire. Perquisito l’ufficio del consigliere Pdl Nicole Minetti che a maggio scorso si prese cura dell’allora minorenne marocchina
La Procura di Milano ha indagato Silvio Berlusconi per concussione e prostituzione minorile. La notizia, anticipata dal Corriere della Sera, è stata confermata dal procuratore della Repubblica di Milano, Edmondo Bruti Liberati. Al premier e ai suoi legali è stato notificato, si legge nella nota di Liberati, “un invito a comparire, corredato dalla dettagliata indicazione delle fonti di prova per le ipotesi di reato a lui ascritte”. L’iscrizione nel registro degli indagati, ha fatto sapere la Procura, risale al 21 dicembre scorso.

Perquisizioni sono in corso anche a carico di numerose persone informate sui fatti. Secondo l’accusa il presidente del Consiglio la notte tra il 27 e il 28 maggio 2010 ha abusato della propria qualità di premier per indurre i funzionari della questura di Milano ad affidare l’allora 17enne marocchina Karima “Ruby” El Mahroug, scappata da una comunità per minori, al consigliere regionale Pdl Nicole Minetti. Tutto allo scopo di nascondere di essere stato con una minorenne in numerosi week-end ad Arcore.

La Procura ha confermato, inoltre, la perquisizione a carico di Nicole Minetti indagata, per il Corsera, per favoreggiamento della prostituzione adulta e minorile. Perquisizioni, da parte della polizia giudiziaria e da alcuni agenti della squadra mobile della questura di Milano, anche negli uffici di Salvatore Spinelli, uomo della tesoreria Fininvest.

(Tratto da Virgilio Notizie)

Archivi